Ipotesi "malaria" all'Ospedale di Città di Castello: ricoverato straniero di ritorno dall'Algeria

Un 40enne è stato ricoverato e messo in quarantena nel nosocomio dell'Altotevere dopo sintomi che rimandano alla malattia tipica di Africa e Asia: la malaria. I medici stanno effettuando tutte le analisi per sciogliere tutti i dubbi. Allertata la sezione di malattie infettive

Potrebbe essere stato colpito dalla "malaria" un lavoratore algerino che, dopo un periodo di vacanza nel suo Paese, si è presentato all'Ospedale di Città di Castello  in condizioni sanitarie difficili. Infatti l'uomo, 42 anni, ha tutti i sintomi che rimanderebbero alla malattia che è tipica di Africa e Asia: febbre altissima, respiro affannoso e battito cardiaco irregolare.

Al momento, in attesa dei riscontri ufficiali, il caso dello staniero è stato segnalato come da prassi sanitaria dal dipartimento e prevenzione della Asl e da malattie infettive. Non ci sarebbero rischi di contagio dato che manca il vettore della trasmissione in Italia. La malaria colpisce soprattutto turisti e lavoratori stranieri di ritorno dal loro Paese per via della mancata prevenzione sanitaria prima della partenza nelle aree a rischio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 9 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 14 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento