rotate-mobile
Cronaca Città di Castello

Città di Castello, incendio in un'abitazione: salvato un anziano solo e non auto-sufficiente

Sono stati i Carabinieri ad accorgersi di uno strano fumo che saliva da un'abitazione a pochi metri dalla Caserma. Immediato l'intervento che ha salvato l'uomo da un quasi certo avvelenamento da monossido di carbonio

Poteva morire avvelenato da monossido di carbonio a causa di un incendio che si era sprigionato nella sua abitazione, ma un uomo di 87 anni è stato salvato dai Carabinieri che si erano accorti della presenza di fumo a poche decine di metri dalla Caserma di Città di Castello.

I militari si sono precipitati sul posto, insieme ad altri colleghi che si trovavano negli uffici, rendendosi immediatamente conto che il principio d’incendio si stava propagando da una canna fumaria. All’interno dell’abitazione, già completamente invasa da un denso fumo, vi era il proprietario, un anziano di 87 anni.

Senza perdere un istante i Carabinieri hanno prelevato di peso l’uomo che si trovava nel proprio letto, con evidenti difficoltà motorie, e lo hanno trasportato all’esterno. Pochi minuti dopo sul posto è giunta una squadra dei Vigili del Fuoco che ha provveduto allo spegnimento delle fiamme ed alla messa in sicurezza della canna fumaria e dell’appartamento. L'anziano è stato ricoverato ma non ha riportato nessuna conseguenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, incendio in un'abitazione: salvato un anziano solo e non auto-sufficiente

PerugiaToday è in caricamento