Cronaca

Con la scusa dell'elemosina ruba nella casa parrocchiale: 28enne bloccato dalla polizia

Il ladro, approfittando dell'uscita del diacono, è riuscito a sottrarre il portafogli con soldi e carte di credito

Immagine d'archivio

Furto nella casa parrocchiale in Altotevere, ma alla fine il ladro è stato bloccato dagli agenti del Commissariato di Città di Castello e denunciato. E’ quanto accaduto nei giorni scorsi; con la scusa di chiedere l’elemosina, un 28enne straniero residente a Perugia è riuscito ad entrare nell’abitazione parrocchiale. Qui, una volta uscito il diacono, è riuscito a rientrare furtivamente e a portare via il portafogli contenente denaro e carte di credito.

Il religioso, una volta fatto rientro in casa e accortosi del furto, ha dato l’allarme ai poliziotti che sono riusciti a rintracciarlo. Una volta sottoposto a perquisizione, gli agenti sono riusciti a trovargli addosso il portafoglio appena sottratto.

Il diacono, spinto da spirito caritatevole, ha deciso comunque di non formalizzare denuncia nei confronti del giovane, identificato per un 28enne nordafricano che è stato comunque denunciato all’autorità giudiziaria per furto. Nei suoi confronti è stata avviata la procedura per il divieto di dimora nel comune di Città di Castello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la scusa dell'elemosina ruba nella casa parrocchiale: 28enne bloccato dalla polizia

PerugiaToday è in caricamento