rotate-mobile
Cronaca Città di Castello

Lutto cittadino per i funerali di Lamberto Lucaccioni. Il pusher: "Volevo esserci anche io"

"Ho preso quella droga anche io. E' toccata a loro ma poteva succedere a me e sarebbe stato meglio..." ha spiegato il giovane all'avvocato Eugenio Zaganelli, uno dei suoi difensori

Lutto cittadino a Città di Castello. Domani, venerdì 24 luglio, si celebreranno i funerali di Lamberto Lucaccioni, il 16enne morto a Riccioni dopo aver assunto dell’ecstasy. Alla cerimonia funebre voleva essere presente anche il 19enne indagato per aver ceduto la droga a Lamberto, ma non ci sarà. "Ho preso quella droga anche io. E' toccata a loro ma poteva succedere a me e sarebbe stato meglio..." ha spiegato il giovane all'avvocato Eugenio Zaganelli, uno dei suoi difensori. Ha quindi ammesso di avere fornito lui l'ecstasy a Lucaccioni, ma continua a ribadire di non essere coinvolto nel giro dello spaccio. Con i suoi legali ha sostenuto solo di avere preso la droga essendo il più grande e dotato di auto per poi cederla agli altri.


Da domenica scorsa il diciannovenne è chiuso in casa. "La sua - ha spiegato ancora l'avvocato Zaganelli - è una famiglia perbene, distrutta dal dolore. Qui le vittime sono due". Lo stesso legale, che lo difende insieme al padre Gianni Zaganelli, ha fatto giungere alla famiglia Lucaccioni tutto il proprio cordoglio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto cittadino per i funerali di Lamberto Lucaccioni. Il pusher: "Volevo esserci anche io"

PerugiaToday è in caricamento