Dopo anni di botte e umiliazioni... si fida degli agenti e denuncia il marito violento: allontanato 40enne

Una giovane donna ha passato anni da incubo per via del marito violento. Il giudice ha decretato il divieto di avvicinamento

Finalmente si è fidata di quei poliziotti che, in diverse occasioni, si erano occupate del suo caso. Ha avuto la forza, dopo anni di botte e umiliazioni, di denunciare il marito violento, spesso ubriaco. Contro di lui è scattata immediatamente una misura cautelare di divieto di avvicinamento alla moglie emessa dal GIP del Tribunale di Perugia. Dovrà ora cambiare vita - per evitare il prossimo passo: il carcere - un quarantenne italiano, residente a Città di Castello, accusato di essere responsabile di aggressioni fisiche e verbali, nonché di lesioni in danno della moglie convivente. Il 40enne oltre il divieto di avvicinamento  è stato anche denunciato anche per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali ed atti persecutori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento