Vandalismo e droga nei parchi, task-force in azione: fogli di via, espulsioni, tanti minori segnalati

A Città di Castello. Sorpresi con piccole quantità di droga alcuni pregiudicati la cui posizione ora è al vaglio degli inquirenti

Controllo massiccio dei Carabinieri nelle aree verdi e parchi pubblici di Città di Castello. Dal pomeriggio e fino a tarda sera sono state controllate le aree verdi ed i parchi pubblici al fine di prevenire e contrastare i reati di danneggiamento di opere pubbliche, nonché episodi di spaccio di sostanze stupefacenti. Numerose le pattuglie sia in uniforme che in abiti civili hanno passato al setaccio le aree dove ultimamente sono stati effettuati dei danneggiamenti alle infrastrutture  e dove sono stati segnalati alcuni episodi sospetti di spaccio di droga.

Molti i ragazzi controllati, nella stragrande maggioranza dei casi minorenni, ma nella rete sono finiti anche diversi sospetti - con precedenti di polizia - la cui posizione è al vaglio dopo essere stati trovati in possesso di piccole quantità di stupefacenti. Il monitoraggio si è esteso anche ad alcuni esercizi pubblici adiacenti alle aree verdi per la verifica di vendita degli alcolici e delle sigarette ai minorenni. Su questo fronte nessuna irregolarità è stata riscontrata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte dei controlli sull'immigrazione: foglio d via per tre anni per un extracomunitari denunciato da parte dai Carabinieri di Città di Castello per alcuni reati contro la persona e contro il patrimonio; per un altro cittadino extracomunitario, risultato clandestino, sono state avviate le pratiche per l’espulsione dal territorio Nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus | Lettera di risposta a Cucinelli: "Non per tutti volano felici le rondini: perchè non dà suggerimenti al Premier Conte?"

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, su Facebook e WhatsApp è tornata la bufala di Elisa Montagnoli

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

Torna su
PerugiaToday è in caricamento