menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al padre-padrone tolta la casa e ogni contatto con i figli e moglie: "li aveva psicologicamente distrutti"

Un provvedimento, considerato esemplare e molto duro, è stato preso dal giudice dopo le indagini della Polizia di Città di Castello. Ecco cosa combinava tutti i giorni un 34enne di casa nostra alla sua famiglia

Dopo anni di violenza ed aver soggiogato figli e la propria compagna - distrutta anche psicologicamente - la Polizia è riuscita a trovare tutte le prove e i riscontri per allontanare da casa per sempre un padre-padrone di 34 anni di Città di Castello. Non solo non potrà più rientrare nell'abitazione di famiglia ma non dovrà più avere rapporti di nessuna natura con moglie e figli, mantenendosi sempre ad una distanza minima di 500 metri.

Eventuali colloqui o rapporti dovranno essere avallati dal giudice e sempre alla presenza di psicologi e personale delle forze dell'ordine. Secondo gli agenti del Commissariato di Città di Castello, C.L. (sono le iniziali) ha "più volte sottoposto a violenza psicofisica la compagna alla presenza della loro figlia minore. Sudditanza psicologica accompagnata da atteggiamenti violenti, aggressivi, lesioni fisiche perpetrate nel tempo, avevano caratterizzato il loro burrascoso rapporto". Fondamentale è stato il coraggio di una donna che temendo per la vita dei figli è riuscita a denunciare tutto alle forze dell'ordine che hanno avviato in segreto una indagine dove sono state riscontrate tutte le accuse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento