menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Città di Castello, gruppo di balordi terrorizza la città: coltello in faccia per non pagare il conto

Escalation di violenze, minacce e intimidazioni. Braccati e stanati dai carabinieri: "Spadroneggiavano in centro storico"

Un gruppetto di extracomunitari terrorizzava Città di Castello a forza di intimidazioni e violenze. La sera (e la notte), spadroneggiavano nel centro storico. Entravano nei locali, consumavano di tutto e uscivano senza pagare. In un caso, riportano i carabinieri di Città di Castello, quando il gestore del locale aveva provato a chiedere di pagare il conto, il gruppetto di extracomunitari gli si era rivoltato contro lanciandogli addosso bottiglie e minacciandolo di morte con un coltello.

L’escalation era evidente e i militari si sono messi a setacciare il centro. Così sono riusciti a identificare alcuni componenti del gruppetto che sono stati denunciati per vari reati tra i quali anche rapina aggravata in concorso tra loro. Si tratta di tre tunisini, di anni 42, 30 e 22 residenti a Città di Castello e tutti con precedenti alle loro spalle, sul conto dei quali è stata anche avviata la procedura di richiesta per l’espulsione dall’Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento