Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Città di Castello, discarica di amianto dopo bonifica da capannone: multa record per 50enne

La scoperta è stata fatta dai carabinieri Forestali dopo un sopralluogo


Per non aver smaltito regolarmente il pericoloso amianto, un imprenditore 50enne rischia una ammenda da 26mila euro e fino a due anni di reclusione. Tutto questo dopo il controllo in un vecchio capannone in Altotevere da parte dei Carabinieri Forestali.  Dal controllo è emerso che il responsabile operava in assenza dell'iscrizione all'albo nazionale gestori ambientali, non aveva predisposto il piano di lavoro a norma di legge e non aveva adottato accorgimenti e dispositivi atti a tutelare l’incolumità dei suoi dipendenti. Le lastre di eternit sono state poi depositate in maniera incontrollata ed è stato omesso il rispetto delle norme tecniche che disciplinano il deposito delle sostanze pericolose.

--

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Castello, discarica di amianto dopo bonifica da capannone: multa record per 50enne

PerugiaToday è in caricamento