rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Un'anziana madre in lacrime e disperata chiama la Polizia: "Salvatemi da mio figlio". Cacciato da casa e divieto di avvicinamento

Per ottenere i soldi dall'anziana avevo deciso di vendere anche la vecchia bicicletta utilizzata per andare a fare la spesa e andare alla posta

"Aiutatemi, sono anziana, vivere con mio figlio è diventato un incubo": con le lacrime agli occhi ha contattatto la Polizia dopo l'ennesimo litigio violento portato avanti dal figlio 58enne che viveva con lei. Non era la prima volta che gli agenti e la Procura erano costretti ad intervenire a favore di questa anziana-madre, residente a Città di Castello: ma nonostante il carcere, il 58enne non era cambiato: minacce, aggressioni verbali e pesanti offese contro la madre procurandole uno stato di sofferenza, depressione e paura.

L’uomo, sempre alla ricerca di soldi, aveva minacciato di vendere la bicicletta, unico mezzo di trasporto a disposizione dell’anziana per andare a fare la spesa e alla Posta.  Una volta accertati i fatti dalla Polizia, tutto è stato trasmesso in Procura che ha richiesto una ordinanza restrittiva urgente.  Il G.I.P. del Tribunale di Perugia ha ordinato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla madre, prescrivendo all’indagato di mantenere una distanza non inferiore a 500 metri. Il divieto, peraltro, è stato corredato da quello ulteriore di mettersi in contatto con qualsiasi mezzo con la persona offesa dal reato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'anziana madre in lacrime e disperata chiama la Polizia: "Salvatemi da mio figlio". Cacciato da casa e divieto di avvicinamento

PerugiaToday è in caricamento