menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Marijuana in camera da letto e una lista con i nomi dei "clienti", giovanissimo studente nei guai: convalidato l'arresto

Il giudice delle indagini preliminari del tribunale dei Minori di Perugia ha convalidato l'arresto al 16enne e disposto la misura cautelare della permanenza in casa

E’ finito nei guai dopo che i carabinieri del Norm di Città della Pieve  lo hanno fermato sabato scorso mentre cedeva a due giovani cinque grammi di marijuana. Lui, che di anni ne ha appena 16, dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Durante un controllo in casa sono infatti saltati fuori dalla sua camera da letto 34 grammi di marijuana, un bilancino di precisione, 170 euro in contanti e un foglietto contenente un elenco di nomi e numeri telefonici appartenenti, presumibilmente, agli acquirenti dello stupefacente.

Il giudice del tribunale dei Minori di Perugia, Grazia Mazzini, ha convalidato questa mattina l’arresto del giovane indagato (difeso dall'avvocato Ermes Farinazzo), disponendo per lui la misura cautelare della “permanenza in casa”, con l’obbligo di non uscire dall’abitazione del genitore senza l’autorizzazione dell’autorità giudiziaria.

I molteplici episodi di spaccio riferiti all’indagato – che ha comunque avuto un atteggiamento collaborativo con gli inquirenti – hanno indotto il giudice ad adottare la misura cautelare per evitare il pericolo di reiterazione e per recidere i contatti con rifornitori e consumatori. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento