Blitz della mobile in un casolare, scoperta piantagione di cannabis: oltre 160 piante che avrebbero fruttato un "tesoro"

Scoperto anche il furto dell'energia elettrica. per coltivare le piante, il proprietario si allacciava abusivamente alla rete di distribuzione. Arrestato

Smantellata un’intensa coltivazione di cannabis a Città della Pieve. Blitz della Mobile la scorsa notte in un casolare immerso nelle campagne dell’Umbria, dove all’interno – è stato scoperto dai poliziotti – venivano coltivate piante per la produzione di stupefacenti.

Nel casolare, suddiviso in tre stanze, gli agenti della squadra Mobile hanno trovato 168 piante di canapa indiana, alte oltre due metri e ricche di infiorescenze da cui poter ricavare il principio attivo. 

Per il proprietario del casolare è scattato l’arresto per la coltivazione dello stupefacente il cui raccolto (circa 50 chili) avrebbe fruttato al dettaglio una cifra intorno ai 150mila euro. Ma non finisce qui perché all’uomo, un 49enne italiano senza precedenti, viene contestato anche il furto di energia elettrica per un importo presunto di circa 7mila euro constatato dai tecnici dell’Enel.

La coltivazione delle piante, veniva effettuata utilizzando ventilatori, diciotto lampade ed un impianto di controllo dell’umidità e l’impianto veniva alimentato tramite un allaccio abusivo alla rete di distribuzione pubblica dell’energia elettrica.

Le piante di cannabis e tutta la strumentazione sono stati sequestrati. Il 49enne è stato portato a Capanne, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento