rotate-mobile
Cronaca Citerna

Citerna, maltratta e picchia a sangue la moglie: dovrà restare a 200 metri da lei

L'uomo dovrà stare lontano e non potrà comunicare con la donna in nessun modo

Maltratta e picchia a sangue la moglie. Ora dovrà starle lontano e non potrà più comunicare con lei. I carabinieri di Citerna hanno dato esecuzione ad un provvedimento di “divieto di avvicinamento alla persona offesa” a carico di un 60enne, cittadino extracomunitario, da tempo residente a Citerna.

Il provvedimento è stato emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Perugia. Il provvedimento imposto all’uomo comporta il divieto di avvicinamento ai luoghi
frequentati dalla moglie per una distanza di duecento metri e il divieto di comunicare con lei attraverso qualsiasi mezzo.

La moglie ha denunciato il 60enne per i continui maltrattamenti e le percosse. La donna, temendo per la sua incolumità, si è trasferita con i figli da un'amica. Ma quando è tornata a casa per prendere alcune cose l'uomo le è saltato addosso, pestandola a sangue e mandandola in ospedale. I medici del Pronto Soccorso dell'ospedale di Città di Castello hanno refertato le lesioni, giudicate guaribili in sei giorni. 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Citerna, maltratta e picchia a sangue la moglie: dovrà restare a 200 metri da lei

PerugiaToday è in caricamento