menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Personaggio La Sala dei Notari, Perugia e Chiara (Gamberale).... sold out per la scrittrice

Sold out ai Notari per l’incontro con la scrittrice Chiara Gamberale, qui ospitata per iniziativa del perugino Circolo dei lettori. “È da tanto che ci adoperiamo per portarla a Perugia, ma i suoi innumerevoli impegni lo avevano finora impedito”, esordisce Bruno Taburchi, attore e intellettuale al servizio della lettura. Con lui l’amica Alessia Montanucci, da sempre affascinata dalla pagina della Gamberale, ormai giunta alla pubblicazione del suo undicesimo romanzo. “Adesso” è stato best seller, tradotto e ampiamente diffuso.

“Perugia – dice Gamberale, quasi a scusarsi dei tanti appuntamenti mancati – è difficile da raggiungere”. Poi snocciola la propria poetica, soffermandosi sulla scrittura come urgenza del cuore. Quindi chiarisce quali sono le ordinarie reazioni a un successo straordinario e improvviso. “Si reagisce in modo sano o disturbato. Nel mio caso, l’ho digerito lentamente, cercando di conservarele abitudini”, e mostra un telefonino di vecchia generazione, mantenuto anche al fine di evitare un uso nevrotico e disumanizzante delle tecnologie.

“Nella mia vita – confessa – avevo due obiettivi: diventare scrittrice e avere quattro figli. Ho raggiunto il primo. E, infondo, ogni libro è una nostra creatura. È per questo che mi sento sostanzialmente appagata”. La giovanissima autrice ha cominciato col pubblicare, a poco più di vent’anni, “Una vita sottile” che ha poi ispirato una serie televisiva. Da lì in poi, un successo dietro l’altro, fino alla conduzione radiofonica e televisiva (Rai 1, Rai 3, terza rete radiofonica), anche di trasmissioni di sua invenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento