rotate-mobile
Cronaca

Cimitero a 5 stelle, per riposare in pace bisogna essere ricchi

A Perugia per una nuova concessione cimiteriale trentennale ci vogliono oltre 3mila euro contro i 37 del 1981. La rabbia delle famiglie: non è possibile neanche ratealizzare la cifra. L'interpellanza di Romizi

Persino morire non è cosa per tutti i portafogli. Eh già perchè il settore che negli ultimi anni è aumentato del 16 per cento ogni 12 mesi a Perugia, è proprio quello delle concessioni e servizi cimiteriali. Per una nuova concessione cimiteriale per  30 anni il costo è arrivato a 3250 euro contro i 37 euro del 1981. Un aumento pazzesco.

E ora il business cimiteriale ha fatto lievitare anche le nuove tariffe per servizi obbligati come la tumulazione ed estumulazione (115,00 euro ed aumento del 5,5%); inumazioni di resti mortali: € 255,00; esumazione: € 255,00, aumento del 5,5%; la traslazione: € 230,00 aumentato del 5,5%.

Considerato in particolare che: gli intestatari delle concessioni cimiteriali trentennali (pervenute a scadenza nel 2011). Per giunta non è prevista neanche una ratealizzazione dei pagamenti che devono essere versati in un'unica soluzione. 

Molti i cittadini che dalle prime settimane dell'anno hanno protestato contro il Comune per gli aumenti eccessivi. Il consigliere del Pdl, Andrea Romizi, ha raccolto alcune testimonianze chiedendo poi ufficialmente all'amministrazione comunale il motivo di questi aumenti che non trovano riscontro in nessun altro settore economico cittadino.
 
 “Non capiamo – ha spiegato Romizi a PerugiaToday - le ragioni finanziarie e gestionali, tantomeno quelle sociali che possano legittimare detto aumento, di molto lontano dalla variazione degli indici Istat del costo della vita”.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero a 5 stelle, per riposare in pace bisogna essere ricchi

PerugiaToday è in caricamento