Ciclovia di San Francesco: da San Giustino a Spoleto in bici passando per Perugia e Assisi

Un incontro tra responsabili dei Comuni interessati dal percorso per dare vita al progetto della Regione Umbria sul cicloturismo in sicurezza

Da San Giustino a Spoleto, passando per Ponte San Giovanni e Assisi, in bicicletta. È il progetto della Regione Umbria per creare una “rete di mobilità ecologica di interesse regionale” unendo i percorsi delle ciclovie del Tevere e della Spoleto-Assisi. Se ne discuterà domani ad Assisi per “poter dar corso alla la fase progettuale”.

Al momento el ciclovie “in esercizio” sono due: da San Giustino a Ponte San Giovanni di circa 80 chilometri e la seconda da Assisi a Spoleto di circa 50 chilometri. Il progetto prevede di “proseguire nella realizzazione di un ulteriore tratto, da Assisi a Ponte San Giovanni” che consentirebbe “di mettere in continuità questi due importanti itinerari, andando a definire un percorso ciclabile a facile percorribilità di quasi 150 chilometri, in un contesto storico e ambientale di grande valore e di sicuro richiamo per il cicloturismo”.

Il tracciato individuato dalla Regione e dai Comuni di Assisi, Bastia Umbra e Perugia, intende seguire un percorso ciclabile “il più possibile aderente al tracciato del già noto cammino della Via di Francesco (tratto Perugia-Assisi), utilizzando il patrimonio della viabilità minore e realizzando le opere necessarie a risolvere le criticità morfologiche e i conflitti tra mezzi motorizzati e ciclisti; tutto ciò per mettere a punto un percorso consigliato per le biciclette ad uso cicloturistico, nonché per soddisfare la domanda di mobilità quotidiana dei cittadini residenti lungo l’asse”.

L’itinerario sfrutterà, inoltre, il collegamento con “le stazioni ferroviarie quali nodi per lo scambio modale lento/veloce” con apposita segnaletica di orientamento, rendendo “facilmente fruibile dalla maggior parte dei ciclisti, prescindendo da una ripartizione equa delle risorse su base territoriale, bensì finalizzandole in funzione della necessità di risoluzione delle criticità morfologiche e della sicurezza per i fruitori”.

Nel corso dell’incontro di Assisi “saranno analizzate le criticità del percorso nelle aree di competenza dei comuni interessati e verrà fatta una stima dei relativi costi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

  • Spara con un fucile alla sorella e al fidanzato: 32enne in Rianimazione

Torna su
PerugiaToday è in caricamento