menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rilancio del centro in 4 mosse, il "Governo Ombra" del PD lancia piano: più movida e più minimetrò

Il consigliere comunale Tommaso Bori ha messo in campo 4 proposte per far vivere il centro storico sempre e non solo durante i grandi eventi. Tutti i particolari del piano che ora sottoposto all'amministrazione comunale e al consiglio

Il "governo ombra" del Partito Democratico a Perugia ha lanciato il suo piano per il centro storico dopo aver ascoltato le esigenze degli esercenti, categorie e studenti universitari. Un piano che sarà sottoposto alla Giunta e alla maggioranza al fine di una applicazione che permetterebbe, secondo il primo firmatario Tommaso Bori, di vivere il centro non soltanto durante i grandi eventi - vedi i 30 mila del concertone - ma durante tutto l'anno o perlomeno nei fine settimana. "Il piano è composto - ha spiegato Bori - da una parte di delibere nostre già approvate ma non ancora applicate dagli uffici e da una serie di proposte innovative che sono state riprese da altre esperienze amministrative come la vincente "card di Mantova". Con questo piano vogliamo dimostrare che il Pd non è semplice opposizione ma continua ad elaborare un modello di sviluppo per la città, per renderla migliore e sempre più città europea".  

Il centro storico di Perugia, come ricordato dal Pd, ha il triste primato di non avere più all'interno delle mura locali che possano fare musica dal vivo o musica da ballo. E tutto questo dopo la chiusura delle vecchie attività e il blocco delle licenze da parte degli uffici nonostante sia passata una revisione di questi vincoli. Da qui la richiesta del Pd di dare nuove licenze per pubblico spettacolo a quei locali che prevedono l'insonorizzazione dei locali e allo stesso tempo una rimodulazione, in maniera più tollerante, della zonizzazione acustica all'interno dell'acropoli per individuare le aree da dedicare ai locali da ballo o per concerti live.

"L'attrattiva di un centro storico, meglio ancora se legato ad un contesto di città universitaria, si misura anche sulla qualità dei locali, degli spettacoli e dell'intrattenimento offerto" ha spiegato il consigliere Bori "Non è accettabile che in tutta l'acropoli non ci sia neppure un locale con una licenza di pubblico spettacolo". Con la riformulazione della zonizzazione acustica si eviteranno multe clamorose per qualche decibel in più a carico degli imprenditori della movida perugina presente e futura. 

Per evitare il caos o locali troppo rumorosi o che mettono a rischio la tutela dell'ordine pubblico , il Pd ha previsto di concedere la patente a punti per i gestori dei locali sulla scorta delle iniziative già adottate in altri comuni come Torino, Firenze, Bari e Brescia. 

Le proposte in sintesi del Piano Perugia Viva.

LA NUOVA CARD - Il progetto prende spunto dalla card di Mantova. Si vuole istituire una carta comune che unisce, a prezzi agevolati,  il trasporto pubblico e l'ingresso a tutti i musei e i luoghi della cultura cittadina in maniera illimitata. Una card rivolta ai residenti e studenti universitari fuoriserie.  

MOBILITA' NOTTURNA  - Attivare la sperimentazione  del servizio in notturna, in particolare nei fine settimana di primavera e estivi, migliorando i collegamenti tra i quartieri nei quali risiedono maggiormente gli studenti e il centro storico. L'idea è quella di una circolare  che unisce di note queste zone con dei buxi. Prevista l'apertura del minimetrò fino alle 2 di notte, come accade per i grandi eventi. 

MOVIDA IN CENTRO - Rivedere il piano economico commerciale del centro storico prevedendo la possibilità di aprire o trasferire in acropoli locali che possano avere la licenza di pubblico spettacolo anche per attività connesse al ballo se il locale risulterà adeguatamente insonorizzato. 

MOVIDA IN CENTRO/ 2 - Rivedere la zonizzazione acustica di piazze e vie del centro storico con un piano specifico per aree dedicate ai locali di intrattenimento. Introduzione della patente a punte per i gestori al fine di tutelare l'ordine pubbliche e la quiete pubblica. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento