L'Umbria diventa un'eccellenza europea in campo medico: ecco il centro premiato

La direzione aziendale, congratulandosi con tutta l’equipe del Centro per il riconoscimento conseguito, riconosce che le attività cliniche di eccellenza e l'integrazione tra attività assistenziale e ricerca scientifica costituiscono gli scopi primari di un'azienda ospedaliera

Il Centro Ipertensione Arteriosa della struttura complessa di Medicina Interna dell’Azienda ospedaliera di Terni, diretto dal professor Giuseppe Schillaci, è stato insignito dalla European Society of Hypertension del titolo di Centro di Eccellenza Europeo nell'Ipertensione  (European Hypertension Excellence Center). Il titolo è stato consegnato lo scorso 11 giugno nel corso di una cerimonia tenutasi a Parigi in occasione del 26° Convegno annuale della società.

L'ipertensione arteriosa colpisce circa un terzo della popolazione adulta del nostro Paese, pari a circa 16 milioni di individui, e rappresenta, secondo i dati ufficiali dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, il principale fattore di rischio a livello globale per mortalità (responsabile di circa 8 milioni di morti ogni anno) e per malattie cardiovascolari (infarto, ictus cerebrale, arteriopatia periferica) e renali. La direzione aziendale, congratulandosi con tutta l’equipe del Centro per il riconoscimento conseguito, riconosce che le attività cliniche di eccellenza e l'integrazione tra attività assistenziale e ricerca scientifica costituiscono gli scopi primari di un'azienda ospedaliera ad alta specializzazione come quella di Terni.

Il Centro Ipertensione Arteriosa di Terni, già accreditato presso la Società Italiana per l'Ipertensione Arteriosa (SIIA) come Centro per la Diagnosi e Cura dell'Ipertensione, è attivo da oltre 3 anni ed esegue oltre 1000 prestazioni ambulatoriali ogni anno, ripartite tra visite specialistiche, esami diagnostici e strumentali, studio delle forme di ipertensione arteriosa resistente e secondaria, misurazione ambulatoriale della pressione arteriosa nelle 24 ore, orientati alla diagnosi e cura del paziente iperteso di difficile gestione clinica. Le visite si prenotano tramite il Centro Unico Prenotazioni (CUP).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Centro svolge inoltre attività intraospedaliera di consulenza presso il Pronto Soccorso dell’Azienda ospedaliera di Terni, relativamente ai casi di competenza, ed è autorizzato al rilascio della certificazione per l’ottenimento dell’esenzione dal pagamento della spesa sanitaria per ipertensione arteriosa. Alle attività cliniche si affiancano il Laboratorio di Fisiopatologia Cardiovascolare e Medicina dello Sport e il Centro di Ricerca Clinica per lo studio dell'Ipertensione arteriosa e della funzione vascolare del Dipartimento di Medicina dell'Università degli Studi di Perugia, sede di Terni, che negli ultimi 4 anni ha prodotto oltre 80 studi scientifici pubblicati sulle maggiori riviste internazionali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

Torna su
PerugiaToday è in caricamento