menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Decreto Sicurezza, Catiuscia contro Matteo: mille euro per ogni rifugiato

Interviene la Lega con il consigliere Emanuele Fiorini: "In Umbria altre priorità"

Sulla questione dei mille euro a migrante escluso dei percorsi di integrazione ingterviene anche la Lega con il consigliere regionale Emanuele Fiorini: “Sottrarre 70mila euro di risorse destinate ai cittadini umbri per assegnarli agli immigrati è solo l'ultima delle decisioni scellerate e impopolari del governo regionale a trazione Pd”.

Il consigliere di opposizione rimarca che “le criticità in Umbria non mancano di certo: strade colabrodo da sistemare, trasporti assenti, liste di attesa lunghissime per determinate prestazioni sanitarie, imprese che
chiudono, disoccupazione, scuole fatiscenti… Pur conoscendo tutte queste problematiche e pur nell'evidenza di una carenza di risorse pubbliche, la Regione Umbria decide di portare avanti a testa bassa la sua personale
battaglia contro il ‘Decreto sicurezza’ di Matteo Salvini, togliendo 70mila euro dalle risorse destinate agli umbri e riservandole all'assistenza degli immigrati".

Secondo Fiorini è "una decisione insensata – aggiunge Fiorini - uno schiaffo ai cittadini umbri, una presa in giro per l'intera regione che soffre per le carenze e gli errori di un centrosinistra che invece di rimediare ai propri sbagli, sembra voler compierne di nuovi, schierandosi contro un decreto emanato dal Governo e firmato dal presidente della Repubblica. Invitiamo la presidente Catiuscia Marini – conclude - a tornare sui propri passi e ad utilizzare i 70 mila euro per alcune delle vere priorità dell’Umbria. Per la Lega vengono prima gli italiani, nel nostro caso i cittadini umbri. Per il PD sembra non essere così”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento