menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasimeno, rapina nella casa di anziani: indagini puntano su ambienti della malavita dell'Est

Due anziani sono stati ostaggi di un banda di ladri che erano entrati nell'abitazione di Castiglione del Lago nel cuore della notte. Forse avevano un basista o un palo del posto. Ecco la tecnica utilizzata per entrare nell'abitazione

"Sono certamente professionisti dei furti che utilizzano una tecnica comune in certi ambienti della malavita straniera che opera in Umbria": è questa la convinzione dei Carabinieri del capitano Marcello Sardu che da 48 ore si sono messi sulle tracce dei due ladri-sequestratori che nelle prime ore del 20 settembre hanno svaligiato e preso in ostaggio per diverse ore una coppia di anziani di 84 e 78 anni. Il fatto è avvenuto in una casa a Castiglione del Lago. 

La tecnica dei ladri potrebbe dire molto su dove indirizzare le indagini dei carabinieri: è stato utilizzato un trapano per il legno - che non fa rumore - per creare un foro nell'infisso di una finestra che permette poi di introdurre uno speciale ferro che apre la via ai ladri per entrare nell'abitazione.  Una tecnica che port - secondo i Carabinieri - verso pregiudicati ladri stranieri che operano nel centro Italia. Anche se tutte le piste restano aperte.

I rapinatori avrebbero dette poche parole in italiano dando più spazio alle mani - nel senso della violenza - per evitare anche di lasciare tracciare "fonetiche" per risalire al loro ceppo etnico o regionale. I due anziani hanno fornito pochi elementi ai Carabinieri del Capitano Sardu anche perchè sono ancora sotto choc.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento