In sella al suo scooter nonostante la patente revocata: tasso alcolemico 5 volte sopra la soglia massima

Ora rischia di rimanere a piedi per sempre. I Carabinieri hanno fermato un perugino di 43 anni a Castiglione del Lago

Da Perugia (dove è residente) era partito, il 31 luglio scorso, alla volta di una delle spiaggette del Trasimeno per passare una giornata estiva diversa. In sella al suo scooter Yamaha Majestiyc però, a notte fonda, è stato fermato dai carabinieri di Castiglione del Lago che lo avevano visto guidare in maniera non propria consona.

Il 43enne all'etilometro ha fatto registrare un tasso alcolemico molto preoccupante: quasi 2,7 su un massimo consentito di 0,5 gr/litro. Ma non finisce qui: i militari, facendo degli accertamenti, sullo scooterista hanno scoperto che gli era stata revocata la patente già nel gennario 2016. E' stato denunciato a piede libero e multato. Ora rischia di non rivedere mai più, a causa delle infrazioni rilevate, la patente di guida.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento