rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca Norcia

Castelluccio di Norcia, riesplode la polemica per il Deltaplano: "E' un ecomostro". "Non è sul Pian Grande"

Sono cominciati i lavori per la delocalizzazione dei ristoranti a Castelluccio: riesplode la polemica

Prima la notizia: sono cominciati i lavori di urbanizzazione per la costruzione del Deltaplano, la struttura che ospiterà i ristoranti del paese delocalizzati dopo il terremoto del 2016. La struttura, come spiegato un anno fa dalla Regione Umbria alla presentazione del progetto, sorge in una cava dismessa, sotto Castelluccio

Castelluccio, il villaggio delle attività produttive: il progetto



E sui social è subito esplosa la polemica, al grido di “Ecco l'ecomostro”. Da un lato c'è chi grida allo scandalo e allo scempio, dall'altro c'è chi difende il progetto della Regione Umbria e la scelta di non piazzare un'infinità di container per far ripartire le attività di Castelluccio di Norcia. 

Castelluccio, il progetto del Villaggio delle attività spiegato dai castellucciani

Qualche esempio. Lo scrittore Michele Sanvico, in un lunghissimo post, tra l'altro scrive: “L'importante è non prendersi in giro. Non raccontare balle. Perché è questo ciò che ci raccontavano, quel 20 luglio del 2017, in Regione Umbria, il giorno in cui si tenne la presentazione del progetto del “Deltaplano” da realizzare a Castelluccio di Norcia. Sarà «una struttura temporanea e reversibile», dicevano, «senza cemento», aggiungevano, e «realizzata in un sito già compromesso dal punto di vista ambientale», affermavano, con l'alterigia di chi ha già tutto deciso. Ma erano solo risibili balle. Perché il “Deltaplano” sta arrivando. Il “Deltaplano” è qui. Con tutto il suo pesantissimo cemento. Permanente e irreversibile, che distrugge e violenta il fianco della collina di Castelluccio”. 

VIDEO Castelluccio di Norcia, il progetto del Villaggio delle attività spiegato nei dettagli

Francesco Riti, invece, risponde così: “Questo è il Pian Grande di Castelluccio (allegando la foto del Pian Grande, ndr). I solchi che vedete raccontano della semina in corso. E i trattori sono le uniche cose che si muovono sulla piana. In basso a sinistra per i cacciatori di mostri c'è la base del deltaplano. Che possa piacere o meno ma non è sul Pian Grande”.

Paolo Verducci, del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, quasi un anno fa aveva spiegato così il progetto del Deltaplano, realizzato insieme all’archistar Francesco Cellini. “L’intero complesso è di 1.560 metri quadri totali. La struttura sarà in acciaio e legno, avvitati, senza cemento o collanti. Tutto secondo le norme dettate dal commissario per la ricostruzione. Il progetto, proprio perché è temporaneo, è lineare e facile da smontare. Si inserisce nel paesaggio, in una cava dismessa, e le coperture degli edifici sono in canapa e prato di Casteluccio”.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelluccio di Norcia, riesplode la polemica per il Deltaplano: "E' un ecomostro". "Non è sul Pian Grande"

PerugiaToday è in caricamento