menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castel del Piano, migliaia di fedeli per la dedicazione della nuova chiesa a Padre Pio

Si è svolta l'8 dicembre la celebrazione della Dedicazione della nuova chiesa di Castel del Piano. Migliaia di fedeli anche nel ricordo dell'opera di Padre Pio (il nostro San Pio). Le celebrazioni affidate al Vescovo di Perugia Bassetti

"Siano davvero in tanti questa sera, perché stiamo vivendo qualcosa di grande: la Dedicazione di questo tempio e ogni uomo è tempio di Dio".  Così l’arcivescovo monsignor Gualtiero Bassetti nell’omelia della celebrazione eucaristica della Dedicazione della chiesa del nuovo complesso interparrocchiale “San Pio da Pietrelcina” in Castel del Piano di Perugia, avvenuta domenica 8 dicembre. "La chiesa edificio così accogliente diventa Chiesa pellegrina verso Gesù Cristo – ha aggiunto in presule –. Invochiamo la Beata Vergine Maria, in questo giorno in cui celebriamo la solennità dell’Immacolata Concezione, perché questo luogo sacro sia spirito di grazia. Ringrazio il Signore per questo grande dono realizzato con la partecipazione corale da parte di tutta l’Unità pastorale di Castel del Piano-Pila-Bagnaia, del suo parroco, don Francesco Buono, e dei suoi collaboratori, che si sono prodigati molto facendo anche dei sacrifici per portare a compimento questa bella chiesa". 

La celebrazione della Dedicazione è stata presieduta da mons. Bassetti insieme all’arcivescovo emerito Giuseppe Chiaretti e all’abate emerito benedettino Giustino Farnedi ed è stata animata dal Coro dell’Unità pastorale di Castel del Piano-Pila-Bagnaia con la partecipazione del noto tenore francescano fra’ Alessandro Brustenghi. Al termine della celebrazione, mons. Bassetti ha accolto la richiesta di ammissione al diaconato e al presbiterato di Giampiero Morettini, giovane seminarista di Castel del Piano. Anche questo, ha detto l’arcivescovo, è un dono per l’intera comunità diocesana, che attualmente ha diciassette seminaristi che studiano presso il Seminario regionale di Assisi, due dei quali sono entrati quest’anno.

La solennità dell’Immacolata Concezione nella comunità diocesana perugino-pievese è stata segnata da questo «grande dono di misericordia», l’apertura al culto di una nuova chiesa parrocchiale. E’ stata una festa di popolo che ha visto alcune migliaia di fedeli partecipare insieme a decine di sacerdoti e religiosi giunti anche da fuori regione. Grande è stata la commozione che si coglieva tra i fedeli e i tanti devoti di san Pio da Pietrelcina e nelle parole del parroco don Francesco. 

Buono, che ha ringraziato uno per uno tutti coloro che hanno lavorato alla costruzione dell’intero complesso interparrochiale, in primis l’architetto Eugenio Abruzzini e il direttore dei lavori l’ingegnere Paolo Fringuelli. Non sono mancati neppure i rappresentanti delle Istituzioni civili del capoluogo umbro ad iniziare dal sindaco Wladimiro Boccali, che è intervenuto portando il saluto di tutta la città di Perugia. Il primo cittadino, che, come ha evidenziato il parroco don Francesco, ha seguito l’edificazione della nuova chiesa sin dalla posa della sua “prima pietra”, ha detto che questo significativo evento è una gioia ed una soddisfazione non solo per la «comunità cattolica», ma per tutta Perugia, perché il complesso “San Pio da Pietrelcina” è anche un importante luogo di aggregazione-socializzazione per una zona in costante espansione urbana.

I festeggiamenti sono proseguiti nel grande salone adiacente alla chiesa e culminati con lo spettacolo animato dai più piccoli ai più grandi dell’Oratorio parrocchiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento