Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Caso Suarez, le difese calano gli "assi": "Le nuove intercettazioni dimostrano l'innocenza di Grego Bolli e Spina"

L'ex rettrice e la professoressa sentite con Olivieri all'udienza preliminare del procedimento sul presunto esame farsa di italiano alla Stranieri

La ex rettrice dell'Università per stranieri, Giuliana Grego Bolli, l'allora direttore Simone Olivieri, e la professoressa Stefania Spina si sono sottoposti all'esame davanti al giudice per le udienze preliminari di Perugia nell'ambito dell'inchiesta sull'esame di italiano sostenuto all'ateneo dal calciatore Luis Suarez. 

"Le nuove intercettazioni dimostrano l’innocenza della professoressa Stefania Spina e della ex rettrice Giuliana Grego Bolli" sostiene la difesa delle due imputate, sottolineando come "nel corso dell’udienza sono emerse conversazioni, in precedenza trascurate dagli inquirenti, ma ora trascritte su nostra richiesta dalle quali si ricavano nuovi elementi utili a dimostrare l’innocenza della ex rettrice e della professoressa Spina". 

In particolare, quanto all’operato della professoressa Grego Bolli, sottolinea ancora lo studio legale Brunelli, "è emerso che ella ha subito avuto a cuore il rispetto delle procedure, come dimostra il fatto che, quando non era ancora chiaro se l’esame al calciatore si sarebbe svolto in Italia o all’estero, diceva al direttore Olivieri: 'lo scritto gli si manda e lui se lo fa ovunque sia nel mondo e… va beh, insomma, ci fidiamo. Adesso al Consolato non lo faranno copiare'".

Grego Bolli, sottolinea ancora la difesa, "ha dichiarato inoltre di non aver avuto alcun ruolo nell’organizzazione del corso di preparazione all’esame che, peraltro, aveva suggerito di affidare a un'altra docente, e all’esame di certificazione. Si tratta, infatti, di mansioni che non rientrano tra quelle del rettore e che sono state svolte in autonomia dagli organi amministrativi competenti".

La professoressa Stefania Spina, a sua volta, sostiene ancora lo studio Brunelli, "ha ribadito con forza la sua estraneità ai fatti contestati: dopo aver, infatti, accettato con riluttanza di impartire le lezioni a Suarez, come risulta dalle intercettazioni, si è limitata a svolgere l’attività di insegnamento, avvalendosi del materiale didattico pubblicato sul sito del Centro di valutazione, che può tuttora essere visionato da chiunque voglia prepararsi per l’esame. Le circostanze dimostrano come non vi sia stata alcuna rivelazione della prova d’esame". Con i tre, è indagata anche uno dei legali della Juventus, Maria Turco, che sarà sentita il 6 giugno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Suarez, le difese calano gli "assi": "Le nuove intercettazioni dimostrano l'innocenza di Grego Bolli e Spina"
PerugiaToday è in caricamento