Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Caso Suarez, Turco: "Estranea ai fatti". La decisione del gup slitta

L'avvocato della Juventus sentita in aula. La Procura starebbe valutando la sua posizione sulla scorta delle dichiarazioni

L'avvocato Maria Turco ha ribadito la sua estreneità ai fatti, suoi e della Juventus. Estranei alla presunta farsa dell'esame di Luis Suarez, calciatore uruguaiano che si sarebbe dovuto naturalizzare in tempi record, secondo la Procura della Repubblica di Perugia, così da poter passare dal Barcellona ai bianconeri in tempo per la chiusura del calciomercato di fine estate 2020. Primo passo per la cittadinanza, era il conferimento del certificato B1 di lingua italiana, previo esame alla Stranieri. Un esame che, per l'accusa, sarebbe stato concordato e facilitato con le domande e le risposte comunicate in anticipo al candidato. 

Per la vicenda sono a processo gli allora vertici della Stranieri, l'ex rettrice Giuliana Grego Bolli, l'ex direttore Simone Olivieri, e la professoressa Stefania Spina, direttrice del Centro di valutazione. Oltre, appunto, all'avvocato Turco, sentita oggi dal giudice per le udienze preliminari. L'imputata era assistita dal suo legale, l'avvocato Franco Coppi, che, a conclusione dell'udienza, si è detto soddisfatto; in relazione alle contestazioni mosse a Turco: "La sua è una posizione che riteniamo estranea ai fatti di reato, dato e non concesso che ci siano cose penalmente rilevanti". 

La Procura della Repubblica avrebbe chiesto di differire la discussione proprio per valutare, a quanto sempre, la posizione della legale della Juventus. Il 22 giugno è prevista la discussione, invece di oggi, e il 6 luglio la decisione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Suarez, Turco: "Estranea ai fatti". La decisione del gup slitta
PerugiaToday è in caricamento