rotate-mobile
Cronaca

Meredith, Cassazione deciderà il 25 marzo le sorti di Amanda Knox e Raffaele Sollecito

I giudici dovranno pronunciarsi sul ricorso della Procura Generale del capoluogo umbro e della famiglia della vittima contro la sentenza d'appello che ha assolto gli imputati

La Cassazione si riunirà il 25 marzo per il processo per l'omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia la notte tra il primo e il 2 novembre del 2007. I giudici dovranno pronunciarsi sul ricorso della Procura Generale del capoluogo umbro e della famiglia della vittima contro la sentenza d'appello che ha assolto Raffaele Sollecito e Amanda Knox dall'accusa di essere corresponsabili del delitto insieme a Rudy Guede che, invece, è stato condannato con sentenza definitiva scontando a 16 anni.

Decisione, quella dei giudici di secondo grado, che la Suprema Corte potrà confermare, rendendo così definitivo il proscioglimento dei due ex fidanzati, o annullare (completamente o in parte) con il rinvio del processo per un nuovo esame davanti al collegio d'appello di Firenze (a Perugia c'è infatti una sola sezione di Corte d'assise d'appello).

La studentessa americana e Sollecito sono stati condannati in primo grado a 26 e 25 anni di reclusione per l'omicidio Kercher. Dopo quattro anni passati in carcere, nell'ottobre del 2011 sono stati assolti e scarcerati. I due ex fidanzati si sono sempre proclamati estranei al delitto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meredith, Cassazione deciderà il 25 marzo le sorti di Amanda Knox e Raffaele Sollecito

PerugiaToday è in caricamento