Caso Marra, Umberto Bindella e Dario Galluccio assolti. La sorella di Sonia: "Prima o poi avrà giustizia"

Umberto Bindella è stato assolto con formula piena dall'accusa di omicidio. Cade l'accusa per favoreggiamento anche per Dario Galluccio

Non si scioglie il mistero della scomparsa di Sonia Marra perché l’unico imputato per il suo omicidio, Umberto Bindella, questo pomeriggio è stato assolto con formula piena per non aver commesso il fatto. A pronunciare l’attesa sentenza, in un’aula gremita di gente, il presidente Gaetano Mautone che ha presieduto la corte d’assise. “Nel nome del popolo italiano” l’imputato per omicidio volontario, è stato assolto "per non aver commesso il fatto”. Assolto dall’accusa per favoreggiamento anche Dario Galluccio, difeso dagli avvocati Francesco Falcinelli e Francesco Loreti, “perché il fatto non sussiste”.

Caso Marra, il Pm chiede 24 anni di carcere per Bindella: "Omicidio"

Caso Marra: "Bindella è innocente, cercate l'assassino da un'altra parte"

Grande gioia e soddisfazione per gli avvocati Daniela Paccoi e Silvia Egidi, difensori di Bindella, che dopo la lettura del dispositivo hanno subito chiamato il loro assistito al telefono, comunicandogli la decisione della corte. Una sentenza questa, che chiude – almeno in primo grado – uno dei procedimenti giudiziari più complessi. "Abbiamo sempre creduto all'innocenza del nostro assisitito - commentano emozionate - gli avvocati difensori. "Una ragazzo buono, una persona che non avrebbe mai fatto male a nessuno. E' una grande vittoria, giustizia è stata fatta".

La sorella di Sonia Marra: "Undici anni di agonia, diteci dov'è il corpo

Ma la sentenza, non scioglie l’impietoso dubbio. “Che fine ha fatto l’allora 25enne studentessa di Specchia, scomparsa il 6 novembre del 2006? E’ quello che continua a chiedersi la famiglia Marra. Per loro, che non hanno mai creduto all’allontanamento volontario della ragazza, sanno che la loro figlia ancora non ha ottenuto una risposta. Una verità. "Ho preso atto di cosa è stato deciso dai giudici e anche di tutti i cambiamenti avvnuti nel corso delle fasiprocessuale. Tante, tantissime attese. Credo comunque e ancora nella giustizia. Mia sorella prima o poi avrà giustizia e l'assassino non avrà scampo". 

"Il mio pensiero va a Sonia - commenta Alessandro Vesi, avvocato di parte civile della famiglia Marra. "La famiglia continua a pensare che Sonia sia stata uccisa. In questi anni c'è stato un impegno totale da parte della procura e le parti civili, che ho avuto l'onore di assistere, hanno assisitito con grande dignità, rispetto  e attenzione a ogni udienza". 

Intanto per Umberto Bindella è arrivata la decisione tanto attesa e sofferta: per lui, il pubblico ministero Giuseppe Petrazzini, aveva chiesto una condanna a 24 anni quale responsabile della morte della studentessa di Specchia. Per Dario Galluccio, che secondo l’Accusa avrebbe aiutato l’amico, tre anni di carcere. Ma per entrambi oggi sarà l’inizio di una nuova vita e di un ritorno alla normalità perchè entrambi, con la scomparsa di Sonia, non c'entrano nulla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento