Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Passignano sul Trasimeno

Case "fuorilegge" sulle colline del Trasimeno, piovono denunce

I carabinieri forestali: "Articolato sistema fraudolento"

I carabinieri forestali dell'Umbria hanno denunciato cinque persone per falso ideologico da parte di privato innanzi a pubblico ufficiale e false dichiarazioni in pratiche edilizie, abuso d’ufficio e falso ideologico in atti pubblici. Accertamenti in corso anche sugli atti emessi da alcuni funzionari del Comune di Passignano sul Trasimeno. 

Secondo la ricostruzione dei militari si tratta di "un articolato sistema fraudolento, finalizzato a ottenere permessi a costruire  in zone agricola con vincolo paesaggistico e ambientale, nel territorio del comune di Passignano sul Trasimeno". 

Le indagini, spiegano i carabinieri, "hanno riguardato alcune pratiche edilizie presentate nel periodo dal 2020 al 2022, per  la demolizione di vecchi fabbricati rurali, finalizzate poi a recuperarne la cubatura utile alla costruzione di nuovi edifici con destinazione residenziale". E qui sta il punto. I fabbricati demoliti, scrivono i militari, "risultavano invece abusivi e quindi non utilizzabili per nuove costruzioni". E ancora: "Nelle pratiche i privati omettevano di dimostrare la regolarità urbanistica degli immobili da demolire e  in un caso avevano addirittura  rilasciato false dichiarazioni negli atti notarili".

Secondo le indagini degli uomini dell'Arma "tale sistema permetteva di aggirare i rigidi vincoli imposti nelle aree agricole e assicurarsi la possibilità di costruire  circa 1.000 mq di superficie utile coperta, in un’area del Trasimeno di notevole interesse nel mercato immobiliare".

Quando i carabinieri sono intervenuti sul posto "circa 100 mq erano già stati utilizzati"  mentre  "altri 900 metri quadrati erano ancora a disposizione per nuove costruzioni". Nel corso degli accertamenti è inoltre emersa anche "la costruzione  di un immobile di lusso realizzato  in zona di inedificabilità perché ricadente nella fascia di rispetto delle aree boscate".

Oltre alle denunce, evidenziano dall'Arma, "le irregolarità sono state  segnalate alla Regione, Comune e Soprintendenza  per i provvedimenti di annullamento dei titoli abilitativi e emissione dei provvedimenti ripristinatori consequenziali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case "fuorilegge" sulle colline del Trasimeno, piovono denunce
PerugiaToday è in caricamento