menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Umbria un modello anti-Covid anche nelle case di riposo: zero contagi al Fontenuovo

Meno del 2 per cento tra pazienti e sanitari sono rimasti colpiti dal virus

L'Umbria si conferma il luogo più sicuro per i nostri anziani che sono ospiti delle case di accoglienza e di cura. Dopo alcune criticità nell'orvietano, tutta la task-force sanitaria regionale è riuscita ad isolare queste strutture alla pandemia. La strategia, da aprile in poi, è stata quella di tamponi mirati su ospiti e personale medico. Altre buone notizie per le Residenze Protette della Fondazione Fontenuovo, che oggi ha ricevuto i risultati dei tamponi eseguiti in collaborazione con le ASL Umbria.

I tamponi effettuati sugli ospiti delle varie strutture e sugli operatori sono risultati tutti negativi. «Questo – fanno sapere dalla Residenza Fontenuovo -, è frutto dell'impegno e all'attenzione di tutti, operatori e volontari, che sin da subito hanno attuato tutte le misure preventive, messe in atto tempestivamente dalla direzione».

I dati sulle case di accoglienza in Umbria: su 70 strutture con 2548 ospiti sono stati effettuati 738 tamponi sugli ospiti (28,96 per cento) e 13 sono risultati positivi.  Su 2327 operatori sono stati effettuati 898 tamponi (38,59 per cento) e 19 operatori sono risultati positivi, quindi in totale su 4875 soggetti sono stati effettuati 1636 tamponi (33,36 per cento) con 32 positivi (1,96 per cento). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento