Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Spoleto

Celle affollate e bagni senza acqua calda, ergastolano risarcito per il carcere troppo duro

Spoleto, ricorso al Tribunale amministrativo regionale dell'Umbria per l'esecuzione della sentenza di risarcimento, ma c'è l'incompetenza territoriale

Regime carcerario troppo duro, il detenuto all’ergastolo ottiene un risarcimento per ogni giorno in cui è stata violata la legge sull’ordinamento giudiziario e la Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali nei confronti di soggetti detenuti o internati.

Un detenuto nel carcere di Spoleto ha fatto ricorso al Tribunale amministrativo regionale dell’Umbria perché il Ministero di Grazia e Giustizia non ha ottemperato alle decisioni del Tribunale di sorveglianza per il Distretto della Corte d’Appello di Perugia “con le quali è stato riconosciuto allo stesso, condannato alla pena dell’ergastolo, il risarcimento del danno” per le condizioni di detenzione.

Il risarcimento è stato stabilito perché l’uomo “era stato ristretto in camere detentive diverse ma tutte dallo spazio insufficiente rispetto ai parametri individuati dalla Corte Europea” in un primo carcere, senza acqua calda e in alcuni periodi in una cella con 12 persone, mentre in un’altra struttura “divideva la stanza con un altro detenuto soltanto, ma di 9 mq senza considerare l’ingombro degli arredi, e perciò in uno spazio del tutto insufficiente”, con “l’intera sezione invasa da blatte ed acqua spesso mancante ..., mentre i bagni erano comunque privi di acqua calda e di finestra idonea all’areazione”.

Il Ministero ha eccepito, però, la competenza del giudice amministrativo, indicando il Tribunale di Sorveglianza quale organo deputato a decidere sul caso.

I giudici amministrativi hanno dato ragione al Ministero, rinviando ad altro giudice, facendo salvi i diritti del ricorrente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celle affollate e bagni senza acqua calda, ergastolano risarcito per il carcere troppo duro

PerugiaToday è in caricamento