Con la forza (e con tanto di scorta) cacciato dal paese: addio al pusher seriale

Altro viaggio all’estero dei poliziotti della Questura di Perugia che sono stati impegnati nel fine settimana scorso nel rimpatrio di un pericoloso spacciatore marocchino, detenuto nel carcere di Perugia. Il criminale - un 34enne - vantava un curriculum con una serie di condanne per stupefacenti e diversi soggiorni nei vari carceri Italiane. L’ultimo arresto, a Massa Carrara, lo ha portato poi a scontare la pena a Capanne.

I poliziotti dell’Ufficio Immigrazione, per impedire che lo straniero, concluso il periodo detentivo, tornasse per le strade a delinquere lo hanno prelevato dal carcere il giorno della sua liberazione e gli hanno notificato un provvedimento di espulsione; quindi lo hanno condotto, con la forza, in Aeroporto. Sempre sotto stretta sorveglianza dei poliziotti di Perugia è stato imbarcato ed accompagnato sino a Casablanca ove è stato affidato alle Forze di Polizia del posto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento