Con la forza (e con tanto di scorta) cacciato dal paese: addio al pusher seriale

Altro viaggio all’estero dei poliziotti della Questura di Perugia che sono stati impegnati nel fine settimana scorso nel rimpatrio di un pericoloso spacciatore marocchino, detenuto nel carcere di Perugia. Il criminale - un 34enne - vantava un curriculum con una serie di condanne per stupefacenti e diversi soggiorni nei vari carceri Italiane. L’ultimo arresto, a Massa Carrara, lo ha portato poi a scontare la pena a Capanne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I poliziotti dell’Ufficio Immigrazione, per impedire che lo straniero, concluso il periodo detentivo, tornasse per le strade a delinquere lo hanno prelevato dal carcere il giorno della sua liberazione e gli hanno notificato un provvedimento di espulsione; quindi lo hanno condotto, con la forza, in Aeroporto. Sempre sotto stretta sorveglianza dei poliziotti di Perugia è stato imbarcato ed accompagnato sino a Casablanca ove è stato affidato alle Forze di Polizia del posto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Temptation Island, la coppia perugina è già sul punto di scoppiare. Alessandro furioso, Sofia si rilassa tra carezze e balli bollenti

  • Non rispetta le norme anti Covid-19, multato parrucchiere e negozio chiuso

Torna su
PerugiaToday è in caricamento