Cronaca

Delirio a Capanne, detenuto dà fuoco alla cella, agente ferito e ricoverato in ospedale

Tempestivo intervento di un agente che ha messo in pericolo la sua vita per salvare il detenuto

Ancora violenza nel carcere di Capanne. E' accaduto nel pomeriggio di ieri, giovedì 8 giugno: un detenuto di origini nordafricane ha seminato il caos all'interno della cella dove era ristretto. Prima ha divelto una finestra, poi ha appiccato il fuoco. Il tempestivo intervento di un agente della polizia penitenziaria, ha evitato la tragedia e ha messo a rempetaglio la sua stessa vita per evitare conseguenze. L'agente è riuscito a portare in salvo il nordafricano, uscito illeso dall'incendio. Il poliziotto invece è rimasto intossicato ed è stato portato al pronto soccorso, dove è attualmente tenuto sotto osservazione. 

"E' una vergogna, questa è la situazione che spesso ci troviamo a vivere perchè lo Stato non fa niente". Commenta duramente il segretario nazionale del Sappe, Fabrizio Bonino. "Al nostro agente va tutta la nostra vicinanza, e vorrei sottolineare come questi poliziotti mettano a rempetaglio la propria vita, cerando tutti i giorni di soccombere ai problemi che affliggono le carceri italiane"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delirio a Capanne, detenuto dà fuoco alla cella, agente ferito e ricoverato in ospedale

PerugiaToday è in caricamento