Blitz all'alba, documenti falsi per favorire immigrazione clandestina: truffa da un milione di euro

L'attività è stata coordinata dalla procura di Spoleto che, avvalendosi della collaborazioni di persone indegenti o in una situazione di grave disagio sociale, è riuscita a risalire a soggetti che instauravano fittizi rapporti di lavoro

Eseguite all'alba di oggi 31 misure restrittive. In tutto 5 le persone finite in carcere, mentre i restanti sono stati raggiunti o dagli arresti domiciliari o dall'obbligo di dimora. Nallo specifico a carico di 5 persone, facenti parte di un'agenzia di affari, è stata ravvisata l'ipotesi dilettuosa di associazione per delinquere finalizzata alla truffa aggravata in danno all'Inps. Nel particolari sarebbero stati falsificati documenti di lavoro per favoreggiare l'immigrazione clandestina.

L'attività è stata coordinata dalla procura di Spoleto che, avvalendosi della collaborazioni di persone indigenti o in una situazione di grave disagio sociale, è riuscita a risalire a soggetti che instauravano fittizi rapporti di lavoro in favore di un elevatissimo numero di cittadini extracomunitari per il conseguimento di indebiti benefici, in cambio di somme di denaro variabile, ognuna tra gli 800 e i 1.500 euro, di cui 150/200 erano destinati ai fittizzi datori di lavoro.

Al momento si ipotizzi una truffa che ammonta all'incirca a un milione di euro, oltre a un imprecisato numero di permessi di soggiorno illecitamente ricevuti. L'attività d'indagine è stata soprannominata “Open doors”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento