menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In teoria erano ai domiciliari per rapina, nella realtà se ne stavano a spasso

I militari di Assisi hanno proceduto all’arresto in flagranza di entrambi i soggetti, risultati essere, grazie alle ulteriori indagini, un giovane italiano e un cittadino ucraino

I Carabinieri della Stazione di Bastia Umbra impegnati costantemente nella capillare attività di controllo del territorio hanno notato vicini a un albergo, in località “Campiglione” del comune di Assisi, due strani soggetti noti alle Forze dell’Ordine e sottoposti rispettivamente alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale con obbligo di soggiorno nel comune di dimora e alla misura cautelare degli arresti domiciliari per rapina.

I militari hanno proceduto all’arresto in flagranza di entrambi i soggetti, risultati essere, grazie alle ulteriori indagini, un giovane italiano e un cittadino ucraino: i due, seppur per motivi diversi, dovevano trovarsi all’interno del comune di Bastia Umbra e presso il suo domicilio. Entrambi sono stati quindi arrestati in attesa del processo per direttissima fissato per la mattinata odierna.

Gli uomini dell’Aliquota Radiomobile hanno invece eseguito il ripristino di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un terzo soggetto, anch’egli in regime di arresti domiciliari, responsabile di numerose violazioni alle prescrizioni impostegli. Il Giudice competente, alla luce delle copiose segnalazioni pervenutegli dai Militari dell’Arma impegnati giornalmnente nel controllo del territorio ha ritenuto opportuno revocare il beneficio disponendo nuovamente la custodia cautelare in carcere. Lo stesso è stato quindi associato alla Casa Circondariale di Perugia “Capanne” dove nei prossimi giorni potrà dare la propria versione dei fatti in merito agli addebiti a lui contestati.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento