Ricercato per detenzione di armi e spaccio, catturato dai carabinieri: rinchiuso in carcere

L'uomo era stato espulso nel 2016, ma era tornato in Umbria: individuato e catturato

Individuato e catturato. I carabinieri di San Giustino e Città di Castello hanno arrestato e rinchiuso nel carcere di Capanne un albanese 33enne senza fissa dimora. Sull'uomo pendeva un ordine di carcerazione per i reati di detenzione di armi e di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 33enne ora è dietro le sbarre a Perugia, a disposizione della magistratura. 

Il cittadino albanese, spiegano i militari, era stato già espulso dall'Italia nell’agosto del 2016. E' tornato in Umbria poco dopo. L'uomo è stato notato dai carabinieri mentre si aggirava nell’alta valle del Tevere e, dopo qualche giorno di indagini e appostamenti, è stato rintracciato nel Comune di San Giustino e ammanettato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Scontro tra auto e camion sulla E45, automobilista salvo per miracolo: mezzo distrutto

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

  • Paura sul raccordo Perugia-Bettolle, anziano a piedi nella galleria tra San Faustino e Madonna Alta

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento