Cronaca

Capotreno aggredito a spintoni, calci e minacciato con una bottiglia. Salvato da un poliziotto in pensione

Intervento dei Carabinieri: in manette un 35enne per lesioni, minacce e aggressione a pubblico ufficiale. Il capotreno ha riportato lesioni e contusioni

Un capotreno è stato aggredito questa mattina alla stazione di Fontivegge poco prima della partenza del Frecciarossa per Milano.

Secondo quanto raccontato da alcuni passeggeri, il capotreno stava per dare l’ordine di partenza al convoglio, quando è stato attirato dalla presenza, in banchina, di una persone, un giovane straniero apparso ubriaco.

Il capotreno ha intimato all’uomo, per questioni di sicurezza, di allontanarsi dal treno in partenza. L’uomo si è avvicinato al funzionario di Trenitalia e ha provato a salire sul convoglio senza biglietto.

Al rifiuto del capotreno, però l’uomo, un nigeriano di 35 anni, avrebbe risposto con la violenza. Avvicinatosi al capotreno lo avrebbe spintonato e fatto cadere sulla banchina, per poi prenderlo a calci.

Presente ai fatti un poliziotto in pensione, che aveva accompagnato dei parenti al treno. L’ex agente non si è tirato indietro e ha soccorso il capotreno, allontanando lo straniero. Il capotreno ha riportato lesioni e contusioni di una certa importanza. Secondo quanto potuto apprendere in tarda serata, al capotreno è stato ingessato il polso destro, mentre al braccio sinistro ha riportato lesioni al polso e al gomito, con ingessatura. 

Questi, però, si è rifatto vivo un minuto dopo, impugnando una bottiglia di vetro e minacciando l’ex poliziotto e il capotreno, un 47 di Milano. Lo straniero ha desistito dalle sue intenzioni ed è fuggito, ma è stato rintracciato dai Carabinieri ancora dentro la stazione e arrestato. Per lui si configurano i reati di lesioni e percosse, con l’aggravante di aver aggredito un pubblico ufficiale.

Il Frecciarossa è partito con mezz’ora di ritardo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capotreno aggredito a spintoni, calci e minacciato con una bottiglia. Salvato da un poliziotto in pensione

PerugiaToday è in caricamento