menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capodanno 2017, botti vietati e multe salate per chi sgarra: ecco dove

"Tutelare la quiete delle persone e degli animali". Dopo Terni, anche a Foligno, Trevi e Gubbio saranno vietati i botti di Capodanno

Sarà un Capodanno senza fuochi pirotecnici, almeno in alcuni centri storici dei comuni dell'Umbria. Dopo Terni, all'ordinanza di divieto dei botti si aggiunge anche il sindaco di Gubbio, Filippo Maria Stirati: “Con l'obiettivo di tutelare la quiete delle persone e degli animali, il patrimonio pubblico e privato, l'incolumità di tutti. Nello specifico, l'ordinanza stabilisce che  dalle ore 14 del 31 dicembre  fino alle ore 8 del 1 gennaio 2017,  è vietato far  esplodere fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili artifizi pirotecnici all'interno del Centro Storico di Gubbio e comunque nei luoghi stretti e chiusi con presenza di persone e di animali”. 

“I fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e simili artifizi pirotecnici di libero commercio possono essere esplosi in altri luoghi, ove non espressamente vietato dall' ordinanza,  e comunque a debita distanza dalle persone fragili e dagli animali, evitando le zone affollate per la presenza di eventi o per altri motivi. Per  chi contravviene alla disposizione, è prevista una multa da 25,00 euro a 500,00 euro".  

Anche nel centro storico di Foligno niente botti. E' stata firmata un’ordinanza che vieta l’utilizzo in piazza della Repubblica e nelle vie limitrofe di petardi, materiali esplodenti e artifici pirotecnici di qualsiasi genere dal 31 dicembre al primo gennaio. Per i trasgressori previste multe da 50 a 500 euro."In occasione del concerto di Capodanno in piazza della Repubblica a Foligno, organizzato dalla Confesercenti, il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, ha firmato un’ordinanza che prevede la presenza di fioriere di sbarramento lungo il perimetro di piazza della Repubblica. L’unico accesso consentito ai veicoli va da largo Carducci con l’uscita in direzione Piazza Faloci, riservato ai residenti, autorizzati e portatori di handicap".

Niente fuochi a Trevi, il primo cittadino Bernardino Sperandio  ha predisposto un’ordinanza che prevede, fino al 7 gennaio 2017, il divieto di far esplodere fuochi artificiali, petardi, botti e razzi in luoghi aperti al pubblico e in vie, piazze, aree pubbliche del territorio comunale dove transitano o siano presenti i soggetti più deboli e gli animali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento