Ancora violenza a Capanne, detenuto sferra una testata ad un agente e lo manda in ospedale

Capanne ancora al centro delle cronache. Agente colpito con una testata da un detenuto 27enne

Il carcere di Capanne ancora al centro di un brutto episodio ai danni di un agente della polizia penitenziaria. Lunedì 10 giugno un detenuto nordafricano di 27 anni  ha colpito con una testata un agente, mandandolo in ospedale con una pognosi di otto giorni. Il detenuto, in carcere per reati connessi allo spaccio di droga, si trovava in isolamento. Il penitenziario perugino torna dunque ancora una volta al centro della cronaca dopo una lunga scia di violenze, di proteste e polemiche sulla sicurezza. 

A denunciare l'accaduto, il segretario regionale del sindacato Osapp fabriio D'Imperio che ha sottolineato come quest'ultimo caso sia la dimostrazione di come, a pagare, siano sempre gli agenti, anche a prezzo della propria incolumità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

Torna su
PerugiaToday è in caricamento