Mix di alcol e di farmaci, riminese in delirio al Pronto Soccorso: aggredito medico

L'uomo sarebbe stato soccorso dal 118 in centro storico su segnalazione di un passante. Una volta arrivato in ospedale, si è mostrato da subito aggressivo, rifiutando qualunque accertamento

Caos ieri sera al Pronto Soccorso a causa di un ubriaco ingestibile e che ad un certo punto è diventato anche pericoloso. L'allarme è stato lanciato da un  medico al 113; giunti sul posto, ai poliziotti è stato indicato un uomo che si trovava all’interno della saletta dedicata ai colloqui psichiatrici, in evidente stato di ebrezza.

Identificato per un cittadino italiano, residente nella provincia di Rimini, secondo il racconto del medico di guardia l’uomo sarebbe stato soccorso dal 118 in centro storico su segnalazione di un passante. Una volta arrivato in ospedale, si era mostrato da subito aggressivo, rifiutando qualunque accertamento e pretendendo di parlare con lo psichiatra.

Dagli accertamenti l’uomo, con molti precedenti, era risultato sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata
emessa nei suoi confronti dal Giudice per la Indagini preliminari presso il Tribunale di Rimini che lo obbligava, tra l’altro, a sottoporsi ad un programma terapeutico concordato con il Servizio Psichiatrico nonché a non allontanarsi dal luogo di residenza senza autorizzazione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento