menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frontiere colabrodo tra Italia e Albania: cacciato nel 2014, lo ritrovano a spasso in Umbria

Si tratta di un giovane di 29 anni che aveva accettato l'espulsione per evitare di scontare il resto della pena in carcere

I militari della Stazione Carabinieri di Campello sul Clitunno, nel corso del servizio di controllo del territorio, hanno notato un soggetto straniero che si aggirava a piedi in modo furtivo. Alla vista della pattuglia l’uomo ha cercato di allontanarsi per evitare il controllo, ma è stato raggiunto e bloccato. Gli accertamenti successivi hanno consentito di verificare che J.R., albanese di 29 anni, aveva fatto rientro nel territorio italiano nonostante l’espulsione disposta ed 
eseguita nel 2014 per ordine del Tribunale di Sorveglianza di Spoleto. 

I Carabinieri lo hanno pertanto tratto in arresto in flagranza di reato, come previsto dalla legge sull’immigrazione clandestina. Dopo esser stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia di Spoleto, l’uomo è stato condotto di fronte al Giudice, che, oltre alla convalida dell’arresto a seguito di giudizio direttissimo, ha disposto per lo stesso il 
ripristino della misura del carcere, sospesa nel 2014 con l’espulsione dal territorio italiano.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento