menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camera penale di Perugia, scende in campo il presidente Libori con la sua lista

Si vota il 15 gennaio per il rinnovo del direttivo dell'organizzazione degli avvocati penalisti. Il programma

Camera penale di Perugia, sarà corsa a due. Presentata la lista del presidente uscente, l’avvocato Franco Libori, per il rinnovo della Camera penale di Perugia “Fabio Dean” in programma il prossimo 15 gennaio.

I componenti della lista sono gli avvocati Franco Libori (candidato presidente), Laura Balani, Alessandro Bartoli Ciancaleoni, Cristina Ciufoli, Nada Lucaccioni, Edoardo Maglio, Maria Mezzasoma, Guido Maria Rondoni e Valeriano Tascini.

Il programma della compagine dell’avvocato Libori punta all’effettività “della difesa nel giusto processo penale, con specifico riferimento alla difesa d'ufficio e alla difesa dei non abbienti”, sulla “necessità di specializzazione e riqualificazione professionale” attraverso “una formazione continua, attenta alle novita' legislative e giurisprudenziali e con particolare riguardo alla formazione deontologica del difensore”.

Secondo l’avvocato Libori sarà importante un aperto “confronto dialettico con la magistratura perugina, in particolare pe l’effettività del diritto di difesa, organizzare in maniera più funzionale l'accesso agli uffici della procura e del tribunale, velocizzare le attività di richiesta di certificazioni ex art. 335 c.p.p. e copia degli atti a mezzo telematico, rispetto dei protocolli di udienza da parte di tutti i giudicanti, ed eventuale loro revisione”.

Previsto anche un “aggiornamento della comunicazione a mezzo social media e più efficace utilizzazione di detti strumenti, con creazione di un punto di ascolto virtuale per raccogliere ed affrontare le problematiche segnalate dagli iscritti” e la “creazione di newsletter di aggiornamento giurisprudenziale” con annessa riorganizzazione del sito internet della Camera penale di Perugia.

In caso di vittoria la lista si propone di “rafforzare il rapporto istituzionale con l'Unione delle Camere penali mediante partecipazione ad osservatori e commissioni nazionali” e prevede l’istituzione “di apposite commissioni composte anche da iscritti non facenti parte del consiglio direttivo per approfondimenti e formulazione di proposte su specifiche tematiche”.

"Il nostro programma è chiaro: cercare di rendere effettiva la difesa di tutti, anche dei non abbienti, in un processo penale che sia giusto - dichiara l'avvocato Libori - Per fare questo è necessaria la specializzazione, la qualificazione e l’aggiornamento professionale di noi penalisti, ed il confronto dialettico con la magistratura, anche per cercare di risolvere i problemi di funzionamento del servizio giustizia che quotidianamente ci troviamo ad affrontare, per migliorarlo nell’interesse di tutti - prosegue Libori - La Camera Penale di Perugia nel biennio che si conclude ha già operato quotidianamente in tal senso, ma gli obiettivi che perseguiamo sono molti ed importanti. Non possiamo certo accontentarci di quello che abbiamo fatto: con l’impegno di tutti i colleghi che si candidano con me, se eletti, e di tutti gli iscritti, continueremo nel nostro impegno quotidiano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento