Cronaca

Dossier Cambiamenti Climatici, Perugia la città più colpita d'Italia: temperature in rialzo e record di giornate caldissime

I cambiamenti climatici fanno paura da un punto di vista idrico e in particolare per il futuro di un settore cruciale economico per l'Umbria: l'agricoltura. La Regione sta investendo milioni di euro per prevenire e per cercare di arginare gli effetti di questo innalzamento delle temperature e in futuro gli investimenti cresceranno perchè è una delle priorità dell'Umbria. D'altronde i dati parlano chiaro a riguardo dell'ultimo dossier sulle temperature: Perugia è il capoluogo di regione in Italia dove si registra l'aumento più alto (+2,1°C), subito dopo Roma (+2), seguite da Milano (+1,9), Bologna (+1,8) e Torino (+1,7). E questo sta influendo pesantemente sul sistema idrico e sui fiumi anche perchè a questo innalzamento della temperatura contribuisce una siccità record. Il che vuol dire sempre più giorni senza pioggia e quindi in aumento quelli da bollino rosso, quelli pericolosi per la salute umana: "L’indice onde di calore è in media di 16 giorni fra i capoluoghi di regione (+5 sul CLINO) con alte anomalie per Roma (+72), Perugia (+39) e Trieste (+26)". Osservati i capoluoghi di regione, nel 2020 la precipitazione totale in media è pari a 661 mm (-132 mm sul corrispondente valore medio 2006-2015), in calo in tutte le città e in particolare. I cambiamenti climatici stanno trasformando Perugia in una città sempre più calda con gravi conseguenze per la salute e l'economia. E' questa una delle sfide più importanti da affrontare. Anche Europa Verde umbri si mobilitano parlando di quadro gravissimo per Perugia e l'Umbria in genere: "Ora piú che mai è evidente che non bastano piú le parole espresse nella mozione approvata un mese fa in Regione, nella quale si evidenziava come fosse necessario attivare ogni possibile contributo e iniziativa, all’interno delle competenze della Regione, per contribuire a contenere l’aumento della temperatura globale a 1,5°C", parole che non hanno ancora trovato uno sbocco in fatti concreti. Come la Legge sul Clima, a prima firma del Consigliere Regionale Thomas De Luca, ancora bloccata e che non si riesce a mettere all'ordine del giorno. Ora chiediamo fatti perché i cambiamenti climatici, come dimostra il report dell'ISTAT sono arrivati prepotentemente anche nella nostra regione": hanno spiegato i coordinatori regionale e provinciali Mascia, Hausegger, Picotti e Rondi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dossier Cambiamenti Climatici, Perugia la città più colpita d'Italia: temperature in rialzo e record di giornate caldissime
PerugiaToday è in caricamento