rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Calcio violento - Dirigente-guardialinee tenta di prendere a schiaffi l'arbitro, fermato dai giocatori

Il giudice sportivo fa ripetere una partita perché l'arbitro ha fatto giocate 5 minuti in meno per tutti e due i tempi

Un giocatore che sfonda la porta dello spogliatoio dell’arbitro con un calcio, un altro che prova a prendere a schiaffi il direttore di gara, un calciatore che spintona l’arbitro e un altro che insulta l’avversario. Le decisioni del giudice sportivo territoriale Marco Brusco sulla base dei referti arbitrali delle partite dei dilettanti e giovani in Umbria riservano sempre delle sorprese: come nel caso dell’arbitro che ha fatto durare entrambi i temppi di gioco 5 minuti in meno.

CAMPIONATO ECCELLENZA

Squalificato fino al 24 dicembre del 2021 il massaggiatore del Lama Calcio “per aver rivolto espressioni blasfeme e frasi ingiuriose nei confronti dell'arbitro”.

Inibizione fino alla vigilia di Natale per un dirigente della Fortitudo Assisi Subasio “per aver rivolto frasi ingiuriose nei confronti dell'arbitro”.

CAMPIONATO PROMOZIONE

Inibizione fino all’8 gennaio del 2022 per un dirigente della Tiberis Macchie per ché “allontanato dal terreno di giuoco per reiterate frasi ingiuriose nei confronti dell'arbitro, al termine della gara rientrava nel terreno di giuoco e teneva comportamento gravemente protestatario ed irriguardoso nei confronti della terna arbitrale”.

Non potrà recarsi al campo fino al 10 dicembre del 2021 un dirigente dell’Athletic Club Bastia “per comportamento protestatario ed irriguardoso nei confronti di un assistente dell'arbitro”.

Quattro gare di squalifica per un calciatore della Tiberis Macchie “perchè al termine della gara colpiva con un violento calcio la porta dello spogliatoio della terna arbitrale che andava a sbattere violentemente contro il muro senza comunque colpire nessuno”.

Inibito fino al 10 dicembre di quest’anno un dirigente del Selci Nardi per essere entrato “in campo senza autorizzazione” e tenuto “comportamento protestatario nei confronti dell'arbitro”.

Stessa sanzione e motivazione per un dirigente del Viole.

CAMPIONATO PRIMA CATEGORIA

Multa di 180 euro per il Settevalli Pila “per comportamento offensivo del pubblico nei confronti dell'arbitro e di tesserati della squadra avversaria”. Con tanto di recidiva, cioè ogni volta la stessa cosa.

Inibizione fino al 28 febbraio del 2022 per un dirigente del Casstello perché “in campo con mansioni di assistente dell'arbitro, entrava nel terreno di giuoco e rivolgeva numerose frasi ingiuriose nei suoi confronti. Al momento dell'espulsione tentava di colpire l'arbitro con una manata al volto, ma veniva prontamente fermato da alcuni giuocatori”.

Niente partite per un dirigente del Capocavallo fino al 10 dicembre del 2021 “per comportamento irriguardoso nei confronti dell'arbitro al termine della gara” e per un omologo del Settevalli Pila perché “in campo con mansioni di assistente dell'arbitro, teneva comportamento non regolamentare”.

Sono tre le giornate di squalifica per un giocatore della F. C. Umbertide Agape (che significa amore disinteressato) perché “espulso per doppia ammonizione, al termine della gara aspettava l'arbitro davanti agli spogliatoi rivolgendo nei suoi confronti frasi irriguardose ed ingiuriose”.

CAMPIONATO SECONDA CATEGORIA

Inibizione fino al 16 dicembre prossimo per un dirigente del Sulpizia Asd “perché, entrava nel terreno di gioco senza autorizzazione protestandonei confronti dell'arbitro”.

Non potranno frequentare i campi di calcio fino al 9 dicembre un dirigente della Polizia penitenziaria Spoleto “per comportamento protestatario nei confronti dell'arbitro” e un dirigente del Ponte d’Assi.

Squalifica di un anno, fino al 31 dicembre del 2022, un giocatore del Ponte d’Assi “perché, al 35° del secondo tempo, a gioco fermo, correva in maniera minacciosa verso l'arbitro e gli dava una forte spinta, cagionandone lo spostamento per circa un metro e mezzo senza, tuttavia, provocargli dolore. Al 45° del secondo tempo, altresì, nonostante fosse stato espulso, si posizionava all'altezza della linea di fondo (con i piedi dentro il campo) e protestava vivacemente all'indirizzo del direttore di gara”.

CAMPIONATO JUNIORES UNDER 19 REGIONALI A2

Il giudice sportivo ha assegnato la vittoria a tavolino alla Real Virtus perché il Norcia 480 non si è presentato alla partita. Tolto anche 1 punto in classifica e multa di 100 euro.

Inibizione per un dirigente della Vigor Nuova Gualdo Bastardo, fino al 23 dicembre prossimo, “per comportamento protestatario nei ocnfronti del direttore di gara al termine della stessa rientrava in campo per continuare le proteste e rivolgere ripetute parole ingiuriose nei confronti del direttore di gara”.

Tre gare di squalifica per un calciatore del C4 Asd “perchè insultava con parole offensive un avversario durante lo svolgimento della gara”.

Due giornate di squalifica per un calciatore della Vigor Nuova Gualdo Bastardo “per aver rivolto frasi ingiuriose nei confronti del direttore di gara”.

GARE DEL CAMPIONATO UNDER 17 REGIONALE A2

Il giudice sportivo ha disposto la ripetizione della gara Olimpia Collepepe Pantalla-Fulginium per “l’errore tecnico da parte del direttore di gara, il quale avrebbe fatto durare ciascun tempo della partita, 40 minuti anziché 45”.

Multa di 150 euro per il Ponte Valleceppi perché “al 40º minuto del secondo tempo l'arbitro era costretto ad interrompere il gioco per continue ingiurie nei suoi confronti da parte dei sostenitori locali. Lo stesso direttore di gara invitava i dirigenti della squadra ospitante ad esortare detti sostenitori a cessare tale atteggiamento, data la presenza anche di bambini ed, in seguito, riprendeva il gioco”.

Ammenda di 150 per il Settevalli Pila perché “a fine gara, una decina di propri sostenitori, aggrappati al cancello del campo di gioco, tenevano comportamento ingiurioso e minaccioso nei confronti dell'arbitro”.

Inibizione fino al 31 dicembre del 2021 per un dirigente del Settevalli Pila perché “al termine della gara fermava l'arbitro davanti agli spogliatoi ed, urlando, teneva nei suoi confronti condotta ingiuriosa”.

Squalifica per 3 giornate all’allenatore del Settevalli Pila perché “al termine della gara fermava l'arbitro davanti agli spogliatoi, impedendogli di rientrare ed, assieme a tre suoi giocatori, lo insultava. Sanzione così determinata anche per non aver impedito ai propri calciatori dal porre in essere tale atteggiamento”.

Tre gare di squalifica per tre giocatori del Settevalli Pila perché “al termine della gara fermavano l'arbitro davanti agli spogliatoi, impedendogli di rientrare e tenevano nei suoi confronti condotta offensiva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio violento - Dirigente-guardialinee tenta di prendere a schiaffi l'arbitro, fermato dai giocatori

PerugiaToday è in caricamento