menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Follia alla partita di calcio dei ragazzini: calciatore in ospedale e aggredito l'osservatore degli arbitri

Intervento dei carabinieri per sedare una lite tra genitori-tifosi e dirigenti delle squadre di un campionato provinciale perugino

Momenti di tensione che solo l’intervento dei carabinieri ha consentito di stemperare, evitando che si scatenasse la rissa. Anche se sono volati insulti, minacce e oggetti tra tifosi e dirigenti di due squadre giovanili.

La partita incriminata è quella di un campionato giovanile che coinvolge squadre della provincia di Perugia. La rissa (sfiorata) si è accesa a fine partita, quando un dirigente della squadra di casa (non si fanno i nomi delle società coinvolte in quanto i calciatori sono tutti minorenni) avrebbe, secondo alcuni testimoni, sbattuto la porta in faccia ad un calciatore della squadra avversaria. Un gesto che ha costretto il ragazzino a ricorrere alle cure mediche in ospedale.

Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, ci sarebbe stato un discreto parapiglia tra tifosi (in genere i genitori dei ragazzi) e i dirigenti delle squadra. Negli spogliatoi sarebbero volati anche pezzi di sedie e panche. Qualcuno sarebbe anche venuto alle mani. Minacciato, avendo cercato di riportare la calma, anche l’osservatore federale degli arbitri.

Come detto a riportare la calma una pattuglia dei carabinieri subito intervenuta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento