Minaccia l'arbitro di morte e mima il gesto del "taglio della gola": mega squalifica

Calciatore del Valfabbrica fermato dal giudice sportivo fino al 30 giugno

Raffica di provvedimenti del giudice sportivo. Tra i tanti, svetta quello a carico di un calciatore del Valfabbrica, espulso durante la partita con il Parlesca in Seconda Categoria. Il calciatore è stato squalificato dal giudice sportivo fino a tutto il 30 giugno. Il comunicato ufficiale spiega il perché: “Per aver minacciato l’arbitro. In particolare pronunciava frasi gravemente offensive e minacciando di morte il direttore di gara simulando il gesto del “taglio della gola”. Successivamente nonostante il dirigente della squadra di casa cercasse di allontanare lo stesso cercava di aggredire il direttore di gara venendo però fermato dai compagni di squadra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

Torna su
PerugiaToday è in caricamento