rotate-mobile
Cronaca Castiglione del Lago

Ucciso da un malore durante una battuta di caccia: 60enne trovato morto nei boschi

La tragica vicenda a Castiglione del Lago. La moglie non lo vede tornare e lancia l'allarme. L'uomo, residente a Corciano, è stato trovato da vigili del fuoco e carabinieri

La moglie lo aspettava per pranzo. E invece i vigili del fuoco e i carabinieri di Città della Pieve lo hanno trovato morto poco lontano dal suo fuoristrada, a Gioiella di Castiglione del Lago, nel primo pomeriggio di domenica 4 gennaio. L’uomo, un 60enne residente a Corciano, era uscito di casa di buon mattino per partecipare a una battuta di caccia al cinghiale. La morte, stando alle prime ricostruzioni, dovrebbe essere stata provocata da cause naturali. Forse un infarto.

Il ritrovamento del cadavere dell’uomo è avvenuto intorno alle 15 di domenica. Poco prima la moglie, preoccupata per il ritardo dell’uomo e perché il cellulare continuava a squillare a vuoto, aveva allertato i vigili del fuoco. Anche gli altri cacciatori che partecipavano alla battuta lo avevano cercato al telefono, purtroppo inutilmente. Così è scattato immediatamente l’allarme.


Le ricerche hanno impegnato due unità cinofile dei pompieri  e un elicottero del nucleo di Arezzo. Intorno alle 15 di domenica il fuoristrada del 60enne è stato ritrovato a Gioiella di Castiglione del Lago, lungo una strada sterrata in mezzo ai campi. Poco lontano, accasciato a terra senza più vita, c'era il cadavere del cacciatore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso da un malore durante una battuta di caccia: 60enne trovato morto nei boschi

PerugiaToday è in caricamento