Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Rovescia a terra il vitto dei detenuti e minaccia gli agenti: "Vi taglio la faccia con una lametta". Detenuto a processo

L'accusa contesta all'imputato il reato di resistenza a pubblico ufficiale

Un 45enne tunisino è finito davanti al giudice del Tribunale penale di Perugia con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

L’imputato, difeso dall’avvocato Ilaria Iannucci, si trovava detenuto nel carcere di Capanne quando “per costringerli a omettere un atto del proprio ufficio o servizio” si sarebbe scagliato contro due agenti di Polizia penitenziaria in servizio presso l’istituto penitenziario.

In particolare la Procura di Perugia contesta all’imputato di avere “con violenza rovesciato a terra il carrello con il vitto destinato ai detenuti” e poi rivolgendosi ai due agenti avrebbe pronunciato le parole “prendo una lametta e vi taglio la faccia a tutti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rovescia a terra il vitto dei detenuti e minaccia gli agenti: "Vi taglio la faccia con una lametta". Detenuto a processo
PerugiaToday è in caricamento