Busitalia, parte la rivoluzione: 83 nuovi autobus di ultima generazione: si viaggerà più comodi e sicuri

Una nuova flotta di autobus di ultima generazione, a bassissimo impatto ambientale e dotati di rampa di accesso per persone a ridotta capacità motoria e per mamme con passeggino a seguito. tutti i dettagli

Una nuova flotta di autobus di ultima generazione, a bassissimo impatto ambientale e dotati di rampa di accesso per persone a ridotta capacità motoria e per mamme con passeggino a seguito. Sono stati presentati questa mattina gli 83 mezzi di BusItalia per la mobilità pubblica su ruote nella nostra regione: 53 per i servizi extraurbani, 27 per quelli urbani e 3 da turismo.

Gli autobus, come spiegato nel corso di una conferenza stampa dal direttore regionale Umbria di Busitalia, Velio Del Bolgia, sono tutti Euro 6, quindi a ridotte emissioni ambientali. Sono stati innalzati i livelli qualititativi, ma anche di sicurezza.  I mezzi, infatti, sono tutti dotati di sistemi di videosorveglianza a bordo per la tutela dei viaggiatori e del personale. Non solo: con l'obiettivo di eliminare le barriere architettoniche, per i mezzi urbani sono state disposte delle pedane manuali per agevolare l'accesso dei passeggeri a ridotta mobilità mentre per i bus extraurbani sono state previsti degli elevatori. Il tutto, nel segno di migliorare la fruibilità del servizio pubblico di trasporto, incentivando i cittadini ad un approccio più ecologico rispetto all'utilizzo del mezzo privato. 

"Degli 83 nuovi bus, 79 sono stati acquistati tramite finanziamenti (per un 40% grazie a Regione e Ministero) mentre il restante 60 per cento è stato autofinanziato" - ha spiegato in conferenza il direttore generale Del Bolgia. Ma c'è di più perché nel piano quinquennale sono previsti nel 2019 altri 77 nuovi mezzi e 59 nel 2020. Inoltre, in accordo con Regione e Comuni, sono previsti bus elettrici". Un impegno - quello preso da Busitalia - per "rispondere alle esigenze dei cittadini". 

"Il lavoro che abbiamo svolto in sinergia con Busitalia è molto importante ed ha permesso di rinnovare un 20% della flotta sia per le linee extraurbane che urbane - ha sottolineato l'assessore regionale alla Mobilità, Giuseppe Chianella, rimarcando le parole espresse dal cardinale Bassetti durante la benedizione degli autobus in piazza IV Novembre: l'importanza di mezzi a basso impatto ambientale nel segno di una scelta più consapevole e richiamando a una corresponsabilità per abbattere l'inquinamento. 

Umbria, i nuovi autobus di Busitalia: le immagini

Venendo nel dettaglio, i nuovi autobus saranno così distribuiti: 10 bus extraurbani, 13 urbani e uno dedicato al turismo  a Perugia. Ad Assisi tre extraurbani e uno urbano; 5 extraurbani, 5 urbani e uno turistico a Terni; a Todi 2 extraurbani e uno urbano, a Spoleto 2 urbani e 2 extraurbani, 3 extraurbani e uno urbano a Gubbio; 2 urbani e uno extraurbano a Orvieto; 2 extraurbani a Gualdo Tadino, 2 extraurbani e uno dedicato al trasporto dei turisti a Foligno; 2 urbani e 2 extraurbani a Città di Castello, 2 extraurbani a Montecchio e altri 2 ad Avigliano, e un bus extraurbano a: Castiglione del Lago, Nocera Umbra, Passignano, Tavernelle, Città della Pieve, Umbertide, Valfabbrica, Montegabbione, Marsciano, Giano, Bastardo, Ferentillo, Norcia, Amelia, Penna, G. di Narni, Calvi, Amelia. 

Per i servizi urbani si va dai 15 autobus capienti Citaro C2 (110 posti) ai 5 mezzi più agili Ctymood ai 3 Vivacity CE6 fino ad arrivare ai 4 piccoli Sprinter City 65K (27 posti) più adatti a servire i centri minori. La flotta dei bus extraurbani si arricchisce di 36 Intouro, di 12 Setra S417UL destinati alle lunghe percorrenze, di 4 Interlink e di 1 Sprinter Transfer B.45; questi ultimi due modelli adatti alle strade di dimensioni più ridotte. Mentre gli autobus destinati ai servizi di noleggio sono Setra S516HD, considerati un fiore all'occhiello della flotta del turismo Busitalia. 

Anche il Sindaco di Perugia, Andrea Romizi, ha voluto ringraziare Busitalia, esprimendo parole di apprezzamento per la scelta di consegnare ai cittadini autobus più moderni ed efficaci: "Diamo alla gente buoni motivi per non scartare la possibilità e la scelta di orientarsi verso i mezzi pubblici". La presidente della Regione Catiuscia Marini, ha ribadito il grande sforzo compiuto che porterà al quasi totale rinnovamento della flotta dei bus andando a sostituire quelli più inquinanti. 

“Grazie ad un lavoro molto serio fatto negli anni scorsi con il Governo nazionale – ha sottolineato la presidente Marini – siamo riusciti a ricostituire in Italia un Fondo nazionale dedicato al rinnovo del materiale rotabile del trasporto su gomma e su ferro. E questo consente alle aziende, nel triennio 2017-2020, di sostenere il progressivo rinnovo e riconversione delle flotte. Al Fondo nazionale poi in Umbria, siamo riusciti ad aggiungere, nei cinque comuni interessati e cioè Perugia, Terni, Foligno, Spoleto e Città di Castello, i fondi provenienti dal programma Agenda Urbana, che significa un ulteriore investimento di circa venti milioni di euro. Questo percorso fatto insieme ci consentirà in tempi abbastanza brevi di eliminare ad esempio i mezzi più inquinanti ed obsoleti che ancora percorrono le strade delle nostre città e della nostra Regione”.  

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento