rotate-mobile
Cronaca

Buona la terza? La rotatoria vicino alla questura cambia nome: forse i Martiri di via d’Amelio non erano meritevoli?

IL NOSTRO INVIATO CITTADINO Ora esce fuori dal cilindro una nuova intestazione, per lo meno irrituale se non “sconvolgente”

Buona la terza? La rotatoria vicino alla questura cambia nome e verrà (forse) inaugurata per la terza volta? Cambiando nome. Forse i Martiri di via d’Amelio non erano meritevoli? Quella rotonda tra Via del Tabacchificio e Via G. Perari, fu una prima volta inaugurata il 3 febbraio del 2018. La seconda volta fu il 20 aprile. Ne parlammo con un filo d’ironia (https://www.perugiatoday.it/cronaca/a-perugia-le-inaugurazioni-si-fanno-due-volte-incredibile-ma- vero.html). 

2 La prima inaugurazione-2All’Inviato Cittadino che rilevava l’incongruenza della doppia inaugurazione (repetita iuvant?) il sindaco Romizi chiarì che la prima volta si trattava di un’intitolazione. Sebbene tenuta col vicepresidente della Commissione Toponomastica Carmine Camicia, l’attuale consigliere comunale Massimo Pici, allora in veste di rappresentante del Siulp, e con la presenza di un parlamentare nazionale. Insomma: non era valida. Quindi la scena andava ripetuta, come al cinema. La seconda inaugurazione (la vera?) venne difatti effettuata il successivo 20 aprile. Nell’ufficialità, ancora una volta. E fin qui tutto bene… si fa per dire.

Ora esce fuori dal cilindro una nuova intestazione, per lo meno irrituale se non “sconvolgente”, secondo Camicia che si era adoperato, d’intesa col Presidente Wagué e col parere favorevole della Commissione, per intitolarla ai Martiri di via d’Amelio. Ecco quanto dichiara oggi Camicia: “L'amministrazione del Comune di Perugia in disprezzo del sacrificio delle vittime di via d'Amelio, inspiegabilmente cambia il nome a quella rotatoria che era diventata il simbolo della lotta contro tutte le mafie. Vergogna e indignazione”. Parole forti, ma non immotivate, davanti a uno sfregio del genere. È vero che la rotonda ha subìto dei lavori e per diversi mesi le tabelle odonomastiche non erano state rimesse. La cosa “puzzava” un po’ all’infaticabile ex consigliere di lungo corso Carmine Camicia.

3 La rotatoria Martiri di via D'Amelio dopo la prima inaugurazione-2Ora la sorpresa. La rotatoria, a distanza di un paio d’anni, cambia nome, venendo a chiamarsi “Rotatoria Questura”. Quali le motivazioni di questa inspiegabile giravolta? Marcato il disappunto di Camicia che commenta: “Forse i Martiri di via d’Amelio non erano ritenuti meritevoli”. Alcuni membri della Commissione, nell’attuale composizione e in quella precedente, dichiarano stupiti che nulla risulta e che quella pratica di cambiamento non è mai passata né è stata presentata. Certo che la cosa è quanto meno stravagante. E suona come uno schiaffo a quanti avevano deciso l’intestazione, a quanti l’hanno condivisa, a cittadini e amministratori che erano stati meritatamente elogiati per la scelta. Perugia attende le motivazioni del (mis)fatto. Anche per sapere a chi faccia capo la responsabilità di questa decisione delirante. C’è di che indagare. Seriamente. Inaudito!
Sandro Francesco Allegrini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buona la terza? La rotatoria vicino alla questura cambia nome: forse i Martiri di via d’Amelio non erano meritevoli?

PerugiaToday è in caricamento