menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avvistamento Ufo al lago Trasimeno, disco volante alieno nel cielo: la bufala virale

Ci mancava l'avvistamento alieno al lago Trasimeno. E la notizia la riporta il Fatto Quotidaino. No, è non è un refuso. E' solamente un fake, di quelli colossali

Ci mancava l'avvistamento alieno al lago Trasimeno. E la notizia la riporta il Fatto Quotidaino. No, è non è un refuso. E' solamente un fake, di quelli colossali. Come Rebubblica.
Parliamo di una di quelle bufale che girano sul web e una di quelle testate “che fanno solo satira”. Sì, come no. E intanto la fintissima notizia diventa virale. Click assicurati, insomma. Dentro c'è anche il parere dell'ufologo in questione e la testimonianza shock dello studente di filosofia Stefano Kanji di Perugia. E c'è anche la foto incredibile.

Buon divertimento.

Da oggi, il lago Trasimeno in Umbria sarà famoso per un incredibile avvistamento alieno che ha destato lo scalpore dei presenti. A illustrarci il fenomeno, fra i tanti, è proprio un testimone oculare, Stefano Kanji, studente di filosofia dell’università di Perugia che aveva deciso, di trascorrere una lenta mattinata al lago: “La parte che sporge lungo la riva destra ha cominciato a brillare come d’incanto, poi il riflesso emanato dalla navicella spaziale ha cominciato a propagarsi velocemente creando un velo d’acqua speculare a quello dell’astronave; non c’erano molti presenti, ma ho visto il cielo farsi come di sasso, creando un’atmosfera cupa e oscura, di certo non c’è stato alcun problema per fare qualche foto a riprova dell’evento che rimarrà nella storia, mai vista una cosa simile, sono ancora sotto shock per l’emozione”. Queste le parole di Stefano, l’appena 24enne è rimasto sconvolto dal più grande avvistamento alieno italiano di tutti i tempi.

A fare luce sul fenomeno è stato anche il noto ufologo Davide Pannizza, che dice: “Non c’è molto da capire, credo che si tratta di quello che comunemente nel nostro settore è detto ‘tentativo di contatto’, ossia una sorta di emanazione di un codice grafico-visivo che defeca sulla gente per esortarla a entrare in contatto con la forma di vita aliena presente sull’astronave. Quello che stupisce è la vicinanza dell’avvistamento, che, come dimostra la foto si è realizzato a nemmeno 30 metri sul livello dell’acqua. Chissà se nei prossimi giorni saremo in grado di dirvi di più, anche perché credo che ci saranno altri avvistamenti almeno in zona, staremo a vedere”. Occhio al cielo umbro quindi, potrebbero esserci importanti novità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento